Lecco, 05 luglio 2019   |  
Economia   |  Turismo

Il turismo lakecomo piace: i buyer esteri incontrano le imprese locali

Operatori provenienti da India, Regno Unito, Svizzera, Germania e Francia.

com stampa 13 IMG 1

Ieri nella sede di Lecco della Camera di Commercio di Como- Lecco una trentina di imprese dei settori ospitalità, ristorazione, attività ricreative, servizi di accompagnamento hanno incontrato otto operatori esteri (tour operator, organizzatori di eventi e giornalisti) provenienti da India, Regno Unito, Svizzera, Germania e Francia interessati a conoscere meglio il Lago di Como e la Lombardia come mete turistiche ma anche i prodotti e i servizi turistici offerti dalle aziende del territorio.

«Il turismo è uno dei settori trainanti per la nostra economia. Gli ultimi dati ci confermano che l’area lariana è sempre più meta di turisti italiani e stranieri e occorre proseguire e cogliere le opportunità di questo trend positivo.» sottolinea Giuseppe Rasella, componente di Giunta della Camera di Commercio di Como-Lecco

«Tra il 2007 e il 2018 le presenze turistiche sono aumentate in provincia di Lecco (+ 12%) e ancora di più in provincia di Como (+ 39%; Lombardia + 36,5%, Italia + 7%). Nello stesso periodo, tuttavia, la durata del soggiorno medio si è ridotta: in provincia di Como è passata in media da 2,7 a 2,5 giorni, soprattutto per i turisti stranieri (la cui permanenza è calata da 3 a 2,6), a Lecco è scesa da 3 a 2,4 giorni con un calo per i turisti italiani (da 3,2 a 2,2 giorni). Sul totale delle presenze turistiche del 2018 i turisti stranieri sono oltre la metà del totale: a Como sono ben il 76% e a Lecco il 59% (in media con la Lombardia 60%, Italia 49,5%), Per quanto riguarda la tipologia di ricettività sono diminuiti gli esercizi alberghieri (- 2,8% a Como tra il 2007 e il 2018, - 25,2% a Lecco tra 2012 e 2018), mentre sono aumentati quelli extra-alberghieri, con un notevole incremento dei posti letto, specie in provincia di Lecco (+ 147,4%); Como 29,6%. Ciò sembra configurare due trend di sviluppo turistico: quello comasco più legato al segmento luxury e quello lecchese che richiede servizi più di base e quindi maggiormente orientato alle strutture extra- alberghiere».

L’iniziativa di ieri, giunta alla quinta edizione, è parte del più ampio calendario di eventi di InBuyer 2019, progetto promosso da Unioncamere Lombardia, sistema camerale lombardo e Regione Lombardia per favorire l’export delle imprese locali, creando occasioni di business con il coordinamento operativo di Promos Italia. Grazie a InBuyer le imprese possono incontrare potenziali compratori/buyer(aziende, importatori, distributori) provenienti dai paesi esteri che presentano le migliori prospettive di sviluppo commerciale quali ad esempio Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Norvegia, Polonia, Portogallo, Svizzera, Cina, Corea del Sud, Giappone, Indonesia, Israele, Russia, Singapore, Turchia, Canada, Usa, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman e Marocco.

Quest’anno il calendario di InBuyer si estende a livello nazionale con un insieme di attività che si stima coinvolgeranno più di 800 imprese interessando, oltre che al settore turistico, anche i settori: alimentare, moda, cosmetica, beni strumentali, arredo, costruzioni-edilizia, packaging, energia e nautica.

«InBuyer è ormai un punto di riferimento per le aziende italiane che hanno l’obiettivo di ampliare il proprio business internazionale» spiega Alessandro Gelli, Direttore di Promos Italia «È uno strumento a disposizione delle piccole e medie imprese per valutare la propria propensione all’export o sviluppare ulteriormente il proprio processo di internazionalizzazione, attraverso incontri one to one mirati sul proprio territorio con buyer selezionati e realmente interessati ai loro prodotti. Quest’anno abbiamo ampliato la gamma di settori a cui è dedicato il progetto includendo anche turismo e nautica, comparti di riferimento per l’economia di molti territori del nostro Paese».

Positivi i numeri delle edizioni precedenti: 148 giornate di eventi, 833 buyer provenienti da oltre 50 paesi, 3.068 imprese lombarde servite, 14.430 incontri b2b, oltre 1.000 accordi conclusi. Questi i numeri delle prime quattro edizioni dedicate solo a imprese lombarde. Dopo la tappa di giovedì 4 luglio il calendario degli eventi InBuyer prosegue e prevede per la Camera di Commercio di Como-Lecco altre due giornate: il 9 ottobre 2019 dedicata alle imprese del settore MODA ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI presso “Villa Raimondi” della Fondazione Minoprio a Vertemate con Minoprio (CO) e il 20 febbraio 2020 dedicata invece al settore MECCANICA in occasione della 12^ edizione di “Fornitore Offresi – Metal District Days”, presso Lariofiere a Erba. La partecipazione a tutte le iniziative è offerta gratuitamente a tutte le aziende con sede legale e/o operativa sul territorio regionale.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Settembre 324 Costantino I sconfigge definitivamente Licinio nella battaglia di Crisopoli, diventando l'unico imperatore dell'Impero romano.

Social

newTwitter newYouTube newFB