Bosisio Parini, 08 maggio 2018   |  

Il segretaria nazionale Cisl Anna Maria Furlan a Bosisio Parini

Sul fisco: far pagare un po’ di meno chi ha scontato le conseguenze della crisi.

da sinistra Anna Maria Furlan Ugo Duci Rita Pavan

Annamaria Furlan, segretaria nazionale della Cisl, ha partecipato questa mattina, alla Nostra Famiglia di Bosisio Parini, all’incontro rivolto alle delegate, ai delegati, agli operatori, ai dirigenti sindacali e agli agenti sociali della Cisl Monza Brianza Lecco. La segretaria nazionale ha approfittato di questo incontro per ribadire con forza alcune proposte del «suo» sindacato, evidenziando come per la Cisl la centralità della persona sia sempre fondamentale.

All’appuntamento sono intervenuti anche Rita Pavan, segretaria generale Cisl Monza Brianza Lecco, e Ugo Duci, segretario generale Cisl Lombardia. L’incontro lecchese è servito anche ad Annamaria Furlan per precisare quale sia la posizione della Cisl in una fase particolarmente difficile per il Paese. Serve, per esempio, il cambiamento di una legge elettorale che non garantisce la governabilità. «L’atteggiamento della politica – ha commentato la responsabile della Cisl – è incredibile, e anche un po’ insopportabile: è chiaro chi ha vinto e chi ha perso, ma chi ha vinto, non ha vinto abbastanza per fare un Governo».

Di alcuni argomenti si è discusso molto in campagna elettorale, mentre, ha commentato Annamaria Furlan, «dei 150 miliardi di euro di evasione fiscale e contributiva si è parlato poco».

«E vedo una certa trascuratezza – ha spiegato – nell’affrontare la questione Iva e il suo possibile aumento». In questi anni, comunque, il Paese è «diventato sempre più diseguale e sempre più spaccato; in Italia si gioca sulla paura delle persone ma i dati dicono che negli ultimi anni si sono verificati meno atti criminosi». In campagna elettorale le promesse si sono sprecate.

Adesso, però, servono misure concrete e sensate in tempi rapidi. «Noi – ha precisato la segretaria nazionale Cisl – dobbiamo pretendere dai partiti serietà». Anche, e soprattutto, in tema di fiscalità. In questo ambito da mesi, c’è chi elenca i vantaggi della flat tax. La Cisl, invece, ha una sua proposta di riforma fiscale.

«La nostra proposta – ha aggiunto – è quella di far pagare un po’ di meno chi ha scontato le conseguenze della crisi». «Fare il sindacalista nella Cisl – ha concluso Annamaria Furlan - è un’occasione straordinaria di servire a qualcosa e a qualcuno».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Agosto 1807 viene inaugurata l'Arena Civica di Milano

Social

newTwitter newYouTube newFB