Lecco, 20 aprile 2017   |  

Il Questore Guglielmino si presenta: felice di essere tornato a Lecco

di Stefano Scaccabarozzi

"Non faccio promesse, ma garantiremo costanza di servizio al cittadino. I dati ci dicono che i reati sono in calo, ma la domanda di sicurezza aumenta".

Filippo Guglielmino

Il nuovo Questore di Lecco, Filippo Guglielmino

Si è insediato nella giornata di oggi il nuovo Questore di Lecco Filippo Guglielmino: 57 anni, milanese, proviene da Bergamo dove negli ultimi due anni e mezzo ha ricoperto la carica di vice questore vicario e si è occupato della sicurezza allo stadio durante le partite dell'Atalanta.

Per Guglielmino si tratta di un ritorno a Lecco avendo ricoperto l'incarico di vice questore in città dal 2009 al 2011. La sua carriera in Polizia è iniziata a Milano dove ha prestato servizio dal 1983 al 2003 dirigendo sia uffici sia commissariati, per poi proseguire con la nomina a primo dirigente e gli incarichi di vice questore a Bergamo (per 4 anni), Lecco, Savona (per 2 anni), Como (1 anno) e ancora Bergamo.

fiorella antonilli

              Fiorella Antonilli, capo di Gabinetto

Sposato con due figli, di cui uno maresciallo dei carabinieri, ha svolto anche attività formative per steward per lo stadio e “buttafuori”. Nel 2016 è stato componente della commissione territoriale per i rifugiati a Bergamo.

Per il nuovo Questore sono le prime ore di serivizio in città: «Sono molto contento di essere tornato a Lecco: - è una realtà che conosco, ma da cui sono stato lontano sei anni e oggi la società cambia velocemente. Ho potuto fare soltanto un rapido giro in città, ho incontrato Sindaco e Giunta, domani invece incontrerò Prefetto e Procuratore, poi i colleghi delle altre forze dell'ordine».

Il questore Guglielmino occupa così l'incarico lasciato libero dalla dottoressa Gabriella Ioppolo, trasferita a Siracusa a inizio Marzo: «Il mio è un ruolo istituzionale che deve dare continuità al lavoro svolto. Non faccio promesse, ma garantiremo costanza di servizio al cittadino. I dati ci dicono che i reati sono in calo, ma la domanda di sicurezza aumenta. Oltre ai reati predatori sappiamo poi che ci sono emergenze di carattere nazionale: l'accoglienza dei migranti e l'allarme terrorismo. Il nostro sforzo è quello di adeguarci a queste esigenze, con le nostre forze che sono limitate ma che reputo congrue».

Filippo Guglielmino e gianfranco simeone

Filippo Guglielmino e Gianfranco Simeone

Il nuovo questore Guglielmino dunque garantisce massimo attenzione: «Le isole felici in un mare in tempesta non esistono: non dobbiamo dimenticare quello che è successo a Colico al nostro agente e quello che è successo a Sesto San Giovanni l'antivigilia di Natale. Dobbiamo avere consapevolezza che ci possono essere problemi di sicurezza tipici di una società in trasformazione come la nostra, anche per la posizione della Lombardia e dell'Italia».

Infine un ricordo personale della sua prima esperienza lecchese: «sono stati anni che ricordo volentieri. Ricordo di aver lavorato il giorno del mio 50esimo compleanno, nel dicembre 2012, allo stadio Rigamonti-Ceppi per un derby Lecco-Como».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

28 Aprile 1940 Papa Pio XII manda un messaggio a Benito Mussolini, chiedendogli di non entrare in guerra. Galeazzo Ciano scriverà sui suoi diari: l'accoglienza del Duce è fredda, scettica, sarcastica

Social

newTwitter newYouTube newFB