Lecco, 19 marzo 2018   |  

Il Pd provinciale riparte: ma in Parlamento si stia all'opposizione

"Ce lo hanno chiesto gli elettori ed è emerso anche dal confronto interno".

29315054 10214058426567453 6205424592425582592 o

"Avere la sala piena di gente è stato un messaggio significativo: i nostri iscritti hanno tanto da dire, da esprimere, hanno voglia di un confronto diretto pulito e costruttivo che parte proprio dalla sconfitta elettorale del 4 marzo scorso. Da qui dobbiamo ripartire, con i piedi per terra e lo sguardo verso il cambiamento": così il Pd provinciale di Lecco commenta la prima assemblea svoltasi dopo le elezioni.

Uno sguardo che si è mosso anche alla situazione nazionale: "Ripartiamo anche da un punto fermo, che è quello di stare in Parlamento all’opposizione dove, ci tengo a ribadirlo, gli elettori ci hanno chiesto di stare con il loro voto, e come è emerso con sfumature diverse, ma con una nettezza inequivocabile, anche dal confronto interno della nostra assemblea provinciale di venerdì sera. I risultati ottenuti nella Città di Lecco sono buoni, un po’ meno quelli sull’intera Provincia ma sono comunque un primo dato da cui ricominciare".

E ancora: "Nessuna paura dunque né timore nell’avviarci verso questa nuova fase che si apre: la capacità di autocritica e di ammettere le sconfitte sono due ingredienti quanto mai necessari per un Partito come il nostro che vuole ancora essere un punto di riferimento per i cittadini e per il nostro Paese, una vera forza riformista e di cambiamento: dobbiamo avere la capacità di ripartire dagli errori fatti, guardando con obiettività all’enorme patrimonio che sono i nostri iscritti e al lavoro fatto in questi anni al Governo del Paese, coniugando i risultati ottenuti ad una trasformazione che ci metta nelle condizioni di ristabilire quel contatto diretto con i cittadini e le loro istanze, quella capacità di interpretare e trasformare in fatti concreti i bisogni dei cittadini, che devono essere il filo conduttore del percorso che stiamo per intraprendere".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

12 Dicembre 1901 Guglielmo Marconi riceve il primo segnale radio transoceanico.

Social

newTwitter newYouTube newFB