Lecco, 13 settembre 2017   |  

Il giramondo Janus River arriva a Lecco: obiettivo Pechino 2028

L'ottantenne polacco è partito nel 2000 dalle Canerie, contando solo sull’ospitalità di chi incontra e vivendo con 3 euro al giorno.

DSCN0864

Da 17 anni se ne va per il mondo in bicicletta e ora punta deciso a completare il suo personale giro del mondo raggiungendo Pechino nel 2028. Janus River, eccentrico ottantenne polacco giramondo, ha al suo attivo oltre 300mila chilometri percorsi su due ruote attraversando 152 Paesi, contando solo sull’ospitalità di chi incontra e vivendo con 3 euro al giorno.

Janus River questa mattina ha raggiunto la città di Lecco dove si fermerà per due giorni, ansioso soprattutto di poter incontrare gli studenti per raccontare quanto visto in questi 17 anni di pedalate. Nel programma della sua due giorni in città anche la visita a Palazzo delle Paure, Villa Manzoni, il Giglio di Pescarenico, l'incontro con la scuola Ticozzi.

DSCN0858A mezzogiorno invece è stato ricevuto in Comune dal sindaco Brivio a cui ha raccontato la propria storia: “Ho vissuto 30 anni in Italia, sono arrivato il giorno dopo dell'elezione di papa Giovanni Paolo II. Mi trovavo in Libia quando ho sentito che era stato scelto un papa polacco a Roma e allora ho chiamato in Vaticano un mio zio e mi sono fatto aiutare per il permesso di soggiorno. Ho iniziato a lavorare in Italia con Berlusconi quando ha iniziato Canale 5, ho lavorato lì per due anni. Lavorando con cantanti e artisti ho guadagnato bene, ma mi ero stancato e ho deciso di fare il giro del mondo".

E ancora: “Questa decisione l'ho presa il 30 dicembre del 1999, ho preso l'ispirazione da uno studente italiano che aveva fatto il Giro d'Italia in bici. Il 31 mi sono spostato alle Canarie e da lì sono partito. Sono rientrato in Italia a dicembre 2016 a Messina, la girerò per altri due anni coprendo 12mila chilometri. Ho scelto di attraversare le province lombarde seguendo la strada che collega i laghi. Alla fine del mio giro italiano arriverò a Genova da dove prenderò una barca per il Venezuela e scenderò fino in Patagonia, sperando non mi ammazzino. Da là mi sposterò in Australia e infine andrò a Pechino nel 2028”.

Venerdì invece partirà per Calolziocorte.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Novembre 1877  Thomas Edison annuncia l'invenzione del fonografo, un apparecchio che può registrare suoni. Questa invenzione permetterà poi l'utilizzo di apparecchi per la riproduzione del suono.

Social

newTwitter newYouTube newFB