Lecco, 28 febbraio 2020   |  

Il Filo Rosso: Storie del movimento delle donne a Lecco

La mostra, visitabile fino al 5 aprile, sarà arricchita da due eventi di approfondimento

image002assassafaf

Un’esposizione nata da un’idea di Enrica Bartesaghi e Giacinta Papini del Collettivo Femminista Autonomo di Lecco in collaborazione con il Comune di Lecco e il Liceo Medardo Rosso, che raccoglie le interviste, 32 in totale, realizzate attorno ad alcuni temi rilevanti, a donne dell’UDI - Unione Donne Italiane e del Collettivo Femminista lecchese. Interviste che, insieme a pannelli tematici danno voce alle protagoniste del movimento femminista dagli anni ’70.

I movimenti, le manifestazioni, la legge 194, la famiglia e il lavoro, le discriminazioni e le violenze vengono raccontate in una mostra che è anche documentaria, con manifesti d’epoca, abiti e accessori, gli slogan, i canti e le letture del movimento femminista.

Il filo rosso, suggerito dal titolo della mostra, è proprio quello che unisce tutte le donne e che non si spezzerà finché le loro storie e le loro lotte saranno raccontate, vicende ed esperienze che appartengono a un contesto diverso da quello attuale, ma che possono fornire spunti di riflessione sempre attuali.

La mostra, visitabile fino al 5 aprile, sarà arricchita da due eventi di approfondimento: mercoledì 11 marzo alle 10 nella sala conferenze di Palazzo delle Paure, Rosangela Pesenti, femminista dell’UDI, insieme a Francesca Seghezzi di CGIL Lecco, incontreranno gli studenti delle scuole superiori di Lecco per parlare di “Donne e lavoro nel ‘900”. Giovedì 28 marzo alle 21 presso l’Auditorium Sorelle Villa - Spazio Teatro Invito andrà in scena lo spettacolo teatrale “Parole evase”, per la regia di Sabrina Corabi e Mattia Pezzoli, scritto e interpretato da Sabrina Corabi, Alessandra Fumagalli, Anna Moramarco, Lilli Pozzi, Olga Piatti, Marcella Lamberti e Vania Castelnuovo.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

10 Aprile 1991 fuori dal porto di Livorno un traghetto italiano, il Moby Prince, si scontra con una petroliera provocando 140 morti

Social

newTwitter newYouTube newFB