Lecco, 18 maggio 2020   |  

Il cordoglio di Ance in ricordo di Piero Gilardi

L’imprenditore edile lecchese si è spento questa mattina

image002grandi

“Un caro amico, oltre che un collega di lavoro particolarmente apprezzato per la sua serietà e un validissimo consigliere, che ho avuto al mio fianco nei due mandati di presidenza ai vertici dell’Associazione costruttori edili di Lecco. Una persona solare, schietta e spesso capace di esprimersi con una simpatica vena di ironia. Sentiremo la sua mancanza”.

Con queste parole, Giovanni Battista Airoldi ricorda Piero Gilardi, per anni imprenditore edile alla guida, insieme al fratello Enrico, dell’impresa Gilardi Ezio & Figli snc, poi trasformatasi in Gilardi Costruzioni Srl a partire dal 1953, spentosi questa mattina all’età di 87 anni.

Nato a Chiavenna nel 1933, laureato in economia aziendale all’Università Cattolica del S. Cuore di Milano, Piero Gilardi lascia la moglie, quattro figli – dei quali due in azienda – e nove nipoti.

Consigliere di Confindustria Lecco in rappresentanza del Collegio dei Costruttori Edili, tra i promotori della nascita in autonomia dell’Associazione Costruttori (poi ANCE) di Lecco, Piero Gilardi è stato un protagonista dell’attività associativa, avendo anche ricoperto la carica di vicepresidente e, per 25 anni, di tesoriere:

“Abbiamo passato una vita insieme. – ricorda Vico Valassi – È stato un ottimo imprenditore, insieme al fratello Enrico: la loro azienda è stata per decenni una delle più serie della città. Piero ha sempre avuto una straordinaria capacità in ambito amministrativo e finanziario, che ha portato anche in Associazione, mostrandosi oculato e avveduto in tutte le scelte”.

Lo ricorda anche Antonio Colombo: “Insieme a Vico Valassi, Giovanni Battista Airoldi, Camillo Fumagalli e Paolo Colombo abbiamo guidato l’Associazione a lungo e creato le condizioni perché si rendesse autonoma. Aveva un forte spirito associativo e una forte carica di ironia e simpatia. Credeva molto nei giovani e, negli anni della sua attività in Associazione, è stato uno dei più convinti promotori del Gruppo giovani”.

“Con Piero abbiamo trascorso molti anni in Associazione. – continua Luigi Colombo – Anche sotto la mia presidenza, ho avuto in lui una figura di riferimento: schietta e sincera, ma anche estremamente propositiva”.

“L’ho conosciuto quando, molto giovane, sono approdato come direttore in Associazione. – sottolinea Paolo Cavallier – I suo consigli mi sono stati particolarmente utili per imparare a muovermi nel sistema. Una personalità estremamente brillante, intelligente e spiritosa. Un vero uomo di associazione”.

Una considerazione sulla quale concorda anche il presidente Sergio Piazza: “Imprenditori come Piero Gilardi sono stati una risorsa per il nostro territorio e per la nostra categoria. Un vero imprenditore, particolarmente legato all’Associazione e con un forte spirito propositivo”.

Molte le realizzazioni a cui l’impresa condotta da Piero ed Enrico Gilardi ha dato vita, a Lecco e nel territorio. Tra le più importanti: il Padiglione Papa Giovanni XXIII e il blocco delle sale operatorie nel complesso dell’ex-ospedale cittadino, oggi sede del Polo territoriale di Lecco del Politecnico; la sede centrale della Banca Popolare di Lecco in piazza Garibaldi e piazza Affari; le scuole medie del Gaggio a Malgrate e numerosi interventi di edilizia residenziale e industriale a Lecco e circondario.

Attivo nell’Associazione Nazionale Alpini (sezione di Belledo) di Lecco, è stato anche protagonista di numerose attività a scopo benefico sul territorio, sia in prima persona, che quale socio e consigliere dei Lions Lecco.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

1 Giugno 1495 il frate John Cor registra il primo lotto conosciuto di scotch whisky.

Social

newTwitter newYouTube newFB