Lecco, 13 febbraio 2018   |  

Il Comune aumenta la Tari ma si “dimentica” di fare la differenziata

Tassa rifiuti più cara, ma negli uffici di Palazzo Bovara finisce tutto nello stesso sacco

no differenziata comune

Il sacco di rifiuti fotografato ieri in Comune fuori dall'ufficio del Sindaco

Il consiglio comunale approva a denti stretti l’aumento della Tari, un rincaro che ai consiglieri d’opposizione proprio non piace. Alle polemiche che per giorni si sono rincorse, lunedì sera a sorpresa se ne è però aggiunta un’altra che riguarda proprio gli uffici comunali, rei di non fare correttamente la differenziata.

È stato il consigliere della Lega Giovanni Colombo a sollevare la questione durante il dibattito, mostrando una foto che dimostra in modo inequivocabile che begli uffici comunali finisce tutto in un solo sacco. «Più tasse e meno servizi, questa la situazione in città. se a questo andiamo poi ad aggiungere che proprio stasera, fuori dall’ufficio del Sindaco, c’è un sacco che dimostra che nemmeno in comune si fa la differenziata questa sembra proprio una barzelletta». A dar manforte al consigliere leghista interviene Massimo Riva del Movimento Cinque Stelle, che sottolinea: «Ormai è cosa nota che gli enti pubblici non fanno la raccolta differenziata. Qui si sta sbagliando completamente la comunicazione verso cittadini».

La polemica si è poi concentrata sull'annunciato aumento della Tari, anche se l’assessore al bilancio Anna Mazzoleni spiega: «Purtroppo i miglioramenti che questo aumento porterà non si vedono ancora. Non c'è stata alcuna variazione sui criteri di distribuzione del costo, i coefficienti sono gli stessi così come l’impianto generale sulla distribuzione fra utenze domestiche e non domestiche».

Una spiegazione che comunque non convince i consiglieri di minoranza, convinti che questo aumento non sia giustificato: «Aumentate le tasse ma la città è meno pulita» tuona Alberto Anghileri di Con La sinistra Cambia Lecco, parole a cui fanno eco poco dopo quelle di Filippo Boscagli: «si tratta di un aumento forte, eccessivo per il servizio ricevuto. La città è sporca e il 12,5% in più è molto. inoltre le percentuali di riciclo non sono entusiasmanti, per cui il voto e giudizio su aumento Tari resta assolutamente negativo».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

11 Dicembre 1991 nasce a Maastricht l'Unione europea

Social

newTwitter newYouTube newFB