Morbegno, 17 settembre 2018   |  

Il 29 ottobre sarà inaugurata la variante di Morbegno

In programma anche una biciclettata domenica 28 ottobre.

CroppedImage720439 Massimo Sertori2

Sara' inaugurata il prossimo 29 ottobre la variante di Morbegno, opera fondamentale per la viabilità valtellinese e valchiavennesca e per lo sviluppo del territorio. La data è stata comunicata oggi, al termine della 24esima seduta del Collegio di Vigilanza dell'Accordo di programma per la realizzazione degli interventi di potenziamento e riqualificazione della viabilità di accesso alla Valtellina e alla Valchiavenna, presieduto dall'assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori.

28 OTTOBRE BICICLETTATA CON I CITTADINI E 29 INAUGURAZIONE - "Saranno presenti - ha commentato Sertori - i rappresentanti del Governo, della Regione e degli Enti locali che hanno permesso di raggiungere questo straordinario risultato. Domenica 28 ottobre verrà consegnata la strada ai cittadini valtellinesi e valchiavennaschi che hanno concorso a questo importante progetto con un evento che ci vedrà percorrerla in bicicletta".

VERSO UNA NUOVA VIABILITA' - "Si tratta di un'opera fortemente voluta dal territorio - ha spiegato Sertori - non solo perché velocizza i collegamenti tra la Valtellina, Milano e il resto del mondo, ma anche perché permette di aumentare la sicurezza stradale, di aiutare il turismo, la mobilità e le attività produttive dell'intera provincia di Sondrio. Con il nodo di Morbegno, che verrà inaugurato il prossimo mese, con la conferma dei finanziamenti per la realizzazione della Tangenziale di Tirano, e con l'auspicio che le Olimpiadi invernali del 2026 verranno ospitate in Valle, nel cui dossier è stato tra l'altro inserito il completamento della Tangenziale di Sondrio, andremo a sciogliere alcuni nodi nevralgici della viabilità valtellinese".

PARTNER E STRUMENTI UTILI PER IL RISULTATO - "Uno strumento che si è dimostrato efficace per arrivare a questo importante risultato - ha sottolineato l'assessore Sertori - è il Collegio di vigilanza, un tavolo che riunisce tutti gli attori coinvolti per confrontarsi e trovare soluzioni, come avvenuto soprattutto nelle ultime fasi di completamento della Tangenziale di Morbegno. Determinante inoltre è stato il lavoro e la serietà di Anas, un interlocutore che ci ha aiutato a portare a compimento questa opera e quello dell'impresa valtellinese Cossi, che ha realizzato i lavori".

"Un ringraziamento speciale va al territorio che con determinazione e caparbietà ha capito che questa era un'opera strategica e, rinunciando a risorse che avrebbero potuto essere spese per altro, ha concorso alla riuscita dell'opera. Un ringraziamento particolare al presidente della Provincia di Sondrio, Luca Della Bitta per ciò che ha fatto durante il suo difficile mandato e a Ugo Parolo che mi ha preceduto alla Presidenza del Collegio di Vigilanza - ha concluso Sertori - Portare a termine opere di questo genere è una strada ad ostacoli: la nostra è partita dieci anni fa ma ha portato ad un risultato straordinario".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Ottobre 1986 Reinhold Messner raggiunge la vetta del Lhotse (Nepal) e diventa il primo uomo ad aver scalato tutte le quattordici vette che superano gli 8000 metri

Social

newTwitter newYouTube newFB