Lecco, 13 novembre 2020   |  

I Trattati di Rapallo e di Osimo e il confine orientale italiano

Ricorrono in questi giorni gli anniversari di due Trattati internazionali che hanno riguardato la sorte della parte orientale del nostro Paese

osimo

Il 10 Novembre 1975 veniva firmato il Trattato di Osimo, con il quale l'Italia rinunciava a rivendicare la ex Zona B del mai costituito Territorio Libero di Trieste (distretti di Capodistria e di Buie), allegato https://www.arcipelagoadriatico.it/45-anni-fa-il-trattato-di-osimo/

Il 12 Novembre 1920, invece, il Trattato di Rapallo sanciva il nuovo confine orientale italiano dopo la Prima Guerra Mondiale, con le annessioni di Gorizia, Trieste, Istria e Zara, lasciando ancora in sospeso lo Stato Libero di Fiume e cedendo la Dalmazia al Regno di Serbi, Croati e Sloveni con pesanti conseguenze per la comunità italiana autoctona, costretta ad un primo esodo: https://www.arcipelagoadriatico.it/il-trattato-di-rapallo-e-la-pulizia-etnica-degli-italiani-della-dalmazia/ (Lorenzo Salimbeni  Responsabile comunicazione Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia)

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

 24 Gennaio 1997 viene istituita in Italia la Commissione Parlamentare per le Riforme Costituzionali (Bicamerale)

Social

newTwitter newYouTube newFB