Lecco, 24 maggio 2017   |  

I Santi ministri della carità

di Gabriella Stucchi

L’autore, il Cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi, nella Prefazione indica l’impostazione del libro.

I santi minsitri della carita

Innanzitutto chiarisce che, essendo la carità “il comandamento nuovo, la pienezza della legge, il fondamento delle altre virtù”, essa “anima e ispira i battezzati, soprattutto i santi e i martiri”. Perciò nella prima parte del libro sono contenute riflessioni sulla carità, mentre nella seconda sono presentati santi, beati, venerabili e servi di Dio esemplari per l’esercizio eroico della carità.

“Carità e vita santa” è il titolo della parte in cui si approfondisce il significato della carità, che ha come origine l’amore di Dio, che ci insegna ad amare noi stessi, Dio e il prossimo, aprendoci al perdono.
Parlando di “carità intellettuale” (che comprende i tesori dell’intelligenza della fede, in dialogo con la cultura moderna e postmoderna) il Cardinale si riferisce alla visione teologica di Benedetto XVI, per il quale “la conoscenza deve divenire amore”.
Si passa quindi ad esporre i sette doni dello Spirito, rilevando come ciascuno di essi serva a rendere più facile l’esercizio delle virtù, quindi a muovere la nostra mente e il nostro cuore a scegliere e a fare il bene. Che “I santi siano forza della Chiesa” è spiegato dal card. Amato in un ampio capitolo, in cui risulta quanto il popolo di Dio li preghi e li invochi, soprattutto i martiri, “testimonianza più perfetta della carità verso Dio” e della “misericordia”, di cui cita come esempio Madre Teresa di Calcutta.

Un capitolo particolare è dedicato alla “Spiritualità episcopale”, di cui si delineano alcuni tratti: essa è ecclesiale (di comunione con Cristo); mariana (in Maria è racchiusa la perfezione della santità); eucaristica (con il riferimento al sacrificio eucaristico che il Vescovo offre quotidianamente); mistica (dalla preghiera il Vescovo attinge luce, forza, conforto e gioia). A tutto questo si aggiungono carità, fede e speranza, fondamenti della spiritualità episcopale.

Tutte queste riflessioni sono accompagnate da citazioni bibliche, di testi letterari e di documenti della Chiesa, in cui anche si espongono i criteri per le beatificazioni e le canonizzazioni.

Nella seconda parte del libro il card. Amato illustra le figure di ben 35 “Modelli di carità”, non solo attraverso la vita, ma soprattutto evidenziando quei carismi, quei comportamenti e avvenimenti che li videro come protagonisti dell’amore di Dio incarnato per la salvezza degli uomini.

Un libro molto ricco, sia dal punto di vista teologico-biblico, sia da quello spirituale, sia storico, perché aiuta a distinguere coloro che nella vita comune hanno saputo comunicare con semplicità la forza travolgente del Vangelo.
Il testo è inoltre un utile sussidio per conoscere meglio le figure che possiamo assumere come intercessori presso il Signore Gesù e Maria nel nostro cammino di uomini e donne del terzo millennio.

Angelo Amato: “I santi ministri della carità” -Libreria Editrice Vaticana – euro 35.00

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Febbraio 1931 viene varata la Amerigo Vespucci, tuttora in servizio, ed utilizzata per l'addestramento degli allievi dell'Accademia Navale di Livorno.

Social

newTwitter newYouTube newFB