Lecco, 08 gennaio 2018   |  

I ragazzi della Stoppani a Formia per un gemellaggio musicale

I giorni di permanenza nella città laziale sono stati scanditi da prove comuni in preparazione del concerto finale

foto per articolo

Una comune passione per la musica. È questo che ha unito per cinque giorni i ragazzi che frequentano le classi terze delle sezioni ad indirizzo musicale dell’ITC Lecco 3 “Antonio Stoppani” e i loro corrispettivi della scuola “Dante Alighieri” di Formia.

"Il gemellaggio che hanno vissuto - spiegano le insegnanti - è stata un’esperienza emozionante, intensa e unica perché ha permesso a degli adolescenti che non si erano mai visti prima, non solo di affinarsi musicalmente eseguendo insieme brani studiati separatamente in precedenza (e non è poco) , ma anche di stringere un forte legame di amicizia e affetto. Le case delle famiglie ospitanti si sono aperte per accogliere un nuovo “figlio” e coccolarlo come se fosse uno dei suoi".

foto x articolo bisI giorni di permanenza nella città laziale sono stati scanditi da prove comuni in preparazione del concerto finale, che quest’anno è stato addirittura raddoppiato, con un’esibizione presso l’auditorium dell’oratorio cittadino “Don Bosco” e un’altra nel teatro “Remigio Paone”.

Sotto la guida dei professori Cristina Pricca, Elia Rocca e Elena Tartara, i ragazzi hanno eseguito diversi brani della tradizione natalizia tra cui “It must be Christmas”, molto caro alla scuola “Stoppani” ed entrato nel suo repertorio perché è stato il primo brano con cui la scuola, diversi anni fa, aveva vinto un concorso musicale nazionale.

Nei momenti di pausa i ragazzi accompagnati anche dalle professoresse G. Crotta, E. Rurali, E. Tallarico e dall’educatrice L. Corti, hanno potuto conoscere il territorio, visitando Gaeta, Sperlonga, Terracina e la Reggia di Caserta dove, per una curiosa e fortunata coincidenza, era allestita la mostra “Pittura oltre la pittura” dell’artista lecchese Tino Stefanoni.

Al momento della partenza abbracci, pacche sulle spalle, grida di saluto, ma anche qualche lacrima: “Arrivederci a Lecco ad Aprile amici di Formia”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newTwitter newYouTube newFB