Lecco, 09 dicembre 2017   |  

I fondi per l'immigrazione potrebbero avere un utilizzo migliore nei Paesi d'origine

PayXday una nuova di conto per misurare l'uso alternativo dei fondi spesi per i migranti

Rwandaghilottidownload 1

L'Italia, per affrontare le spese di soccorso, accoglienza e soggiorno complessivamente di oltre 300 mila migranti, ha previsto per il 2017 uno stanziamento a bilancio di 4,6 miliardi di euro, più del doppio del budget dell'intero bilancio ( € 2,050 miliardi) previsto dal Rwanda, comprensivo di spese per la sanità, l'educazione, la difesa e tutto quanto erogato dallo stato, per oltre 11,5 milioni di abitanti. Un dato che dovrebbe far riflettere circa il miglior uso delle scarse risorse economiche disponibili, a fronte della molteplicità dei bisogni.

Ma scendiamo dai grandi numeri di un bilancio statale alla quotidianità, sgomberando da subito il campo dall'immaginabile obiezione delle anime belle dell'accoglienza, pronte a respingere la riduzione del tutto a mero fattore economico e invocare il sacrosanto principio che dietro ogni migrante c'è una persona, con la sua storia e i suoi bisogni, e a quella bisogna primariamente guardare.Verissimo. Ma persone lo sono anche quelle che rimangono, dimenticate e ben più numerose, in Africa. E allora, superata questa obiezione fuorviante, torniamo al problema del miglior uso che un governante è chiamato a fare dei soldi raccolti con l'imposizione fiscale.

Individuiamo quindi un misuratore che dia contezza immediata, anche alla signora Maria, sul miglior utilizzo che si può fare del denaro speso, con riferimento al suo utilizzo alternativo in Africa.

Al riguardo, sembra che un buon parametro possa essere individuato nel costo giornaliero che lo Stato si accolla per il mantenimento di un migrante arrivato in Italia, pari a 35 euro. Ecco, chiameremo questo valore Payxday, una nuova unità di conto, pari appunto a euro 35, con la quale possiamo procedere a quantificare prestazioni, servizi, beni che si possono acquistare in un paese africano, sapendo che da noi è il corrispettivo del costo per una giornata di ospitalità.

Vediamo allora qualche esempio riferito a una realtà come quella del Rwanda, che rispecchia un dato medio africano. Utilizzando l'unità di conto Payxday in Rwanda ci troveremmo nella situazione che:
0,50 Payxday è il salario mensile di un lavorante agricolo;
1 Payxday è il costo giornaliero di mantenimento di 150 rifugiati nei campi dell'UNCHR in Rwanda
1 Payxday è lo stipendio mensile di una maestra d'asilo;
2 Payxday è lo stipendio di un insegnante medio
3 Payxday è la somma necessaria per adottare un bambino a distanza
4 Payxday è lo stipendio di un veterinario
10 Payxday è la retta annuale di un buon collegio per studi secondari
24 Payxday è il costo di una cisterna per l'acqua da 10.000 litri
28 Payxday è il costo di una moto-taxi
100 Payxday è l'importo necessario per avviare un allevamento di 50 capre con tanto di stalla e stipendio per un guardiano
400 Payxday il costo di un asilo con tre aule
500 Payxday il costo di un acquedotto da 4 km di tubazioni, cisterne e fontane per servire due comunità di 900 famiglie e i relativi edifici comunitari
1.400 Payxday è il costo di un complesso scolastico con 5 aule per complessivi 300 mq.

Alla luce di queste poche indicazioni ognuno è in grado di valutare il miglior utilizzo di un Payxday, se in Italia o in Africa. E lo facciamo anche noi, prendendo il caso di quei 20 migranti che da oltre tre anni sono ospitati in un b&b nell'Alto Valtellinese, senza che nessuno sia stato in grado di trovare loro un posto di lavoro, che erano venuti a cercare da noi: ecco con il costo che lo Stato ha dovuto accollarsi per il loro mantenimento per tre anni si potevano costruire in Rwanda almeno 15 scuole con 75 classi per ospitare 3.000 bambini.

Oppure, si potevano creare circa 200 posti di lavoro, sulla base dell'investimento per un allevamento di capre, per un importo unitario di 100 Payxday.

Se poi volete esagerare, provate a calcolare quanti salari annui da un Payxday mensile si potrebbero erogare in un Paese africano simile al Rwanda con i 4,6 miliardi di euro che l'Italia finirà a spendere nel 2017: 10.952.380 o 10.109.890 compresa la tredicesima. Vi tornano i conti?

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Ottobre 2011 Libia: dopo 8 mesi di guerra civile, viene ucciso Mu'ammar Gheddafi.

Social

newTwitter newYouTube newFB