Lecco, 20 marzo 2019   |  

I Comuni a Silea: "entro il 2032 riconvertire l'inceneritore"

Nell'ordine del giorno, approvato a maggioranza, anche: la costruzione di nuovi impianti per attivare processi di economia circolare e l'alimentazione del teleriscaldamento con fonti rinnovabili.

silea

L’Assemblea di coordinamento intercomunale dei comuni soci di SILEA SpA ha approvato l'ordine del giorno del Consiglio comunale di Valmadrera del 25 settembre scorso, con cui veniva chiesto a SILEA SpA di investire “adeguate risorse economiche per lo sviluppo di alternative impiantistiche allo smaltimento dei rifiuti, non più legate alla loro combustione. Risorse che dal 2024 dovranno essere finalizzate alla costruzione di nuovi impianti in grado di generare recupero di materia di altra qualità e pertanto di attivare quei processi virtuosi di economia circolare richiesti fortemente dall’Unione Europea”.

L’ordine del giorno prosegue sottolineando che “il processo di trasformazione dovrà concludersi con la chiusura o la riconversione dell’impianto di incenerimento entro il 2032, data di scadenza dell’attuale A.I.A.” e “per quanto riguarda prettamente la rete di teleriscaldamento, che il concessionario dovrà aver riconvertito l’energia termica di alimentazione a fonti rinnovabili entro il 2032, così come determinato dall’atto di indirizzo dei comuni soci di Silea del 11.05.2017”.

La discussione, che ha visto la partecipazione di molti tra i rappresentanti dei Comuni soci dell’Azienda e ha fatto emergere posizioni tra loro differenti, si è conclusa con l’approvazione a larga maggioranza dell’ordine del giorno presentato dal comune di Valmadrera.

Inoltre il presidente dell’Assemblea dei soci, Virginio Brivio ha annunciato che, su mandato del Comitato Ristretto, si prenderà carico di redigere una proposta di atto di indirizzo della società per il triennio 2019/2022, che sarà approvata, con i contributi apportati dai soci, nella seduta dell’assemblea del 16 aprile.

Punti qualificanti della proposta di indirizzo, illustrati dal presidente Brivio, sono l’aumento della raccolta differenziata e la riduzione della produzione di rifiuti indifferenziati pro-capite (con l’introduzione graduale della misurazione puntuale dei rifiuti e l’ulteriore qualificazione dei servizi di igiene urbana), il potenziamento innovativo della dotazione impiantistica (con il completamento del revamping di Seruso, l’entrata in funzione dell’impianto anaerobico per la produzione di biometano ad Annone, la creazione di un impianto per il trattamento dei rifiuti vegetali e la riconversione tecnica e tecnologica del termovalorizzatore) e l’ulteriore sviluppo dei servizi a favore di comuni e cittadini.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Luglio 1860 sconfitto nella battaglia di Milazzo, l'esercito delle Due Sicilie lascia la Sicilia.

Social

newTwitter newYouTube newFB