Lecco, 06 agosto 2018   |  

Grande successo la serata al rifugio Sel al Pian dei Resinelli

L’incontro dal tema: “Le grigne e i Pian dei Resinelli: outdoor, paesaggi e storia” si è tenuta sabato 4 Agosto, presso la sede del rifugio con Alberto Benini, Pietro Corti e Mauro Lanfranchi.

P 20180804 220519

Un pubblico numeroso ed eterogeneo ha partecipato all’incontro dal tema: “Le grigne e i Pian dei Resinelli: outdoor, paesaggi e storia” svoltosi presso la sede del rifugio Sel ai Piani dei Resinelli, sabato 4 Agosto, con Alberto Benini, Pietro Corti e Mauro Lanfranchi.

La finalità della serata, organizzata dalla Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, era quella di presentare agli intervenuti i contenuti della Casa Museo di Villa Gerosa ai Piani dei Resinelli, la cui mission è quella di far conoscere, grazie all’ausilio di foto d’artista e testi specifici, il territorio delle Grigne sotto il profilo naturistico, storico e territoriale.

Anche ieri l’esperimento è riuscito e il punto di partenza per raggiungere questo obiettivo sono state numerose ed le incantevoli immagini di Mauro Lanfranchi, uniche nel loro genere, che hanno permesso ai presenti di immergersi subito negli ambienti proiettati.

Un grazie Pietro Corti che, oltre a presentare abilmente le svariate possibilità outdoor offerte dal territorio, si è soffermato sui rifugi raccontandone la loro storia che va scoperta poco a poco entrando in sintonia con essi e riscoprendone la loro vita. Spesso questa storia coincide con quella delle prime associazioni escursionistiche "in cammino" con il desiderio di raggiungere, nel dopolavoro, queste “terre alte” che davano ristoro all’anima.

Mauro Lanfranchi ha raccontato la sua esperienza trentennale da fotografo dando testimonianza dell’unicità e della specificità del territorio delle Grigne, dove: l’aria è sottile, le vette maestose, le nebbie infinite ed improvvise, le guglie vertiginose, il paesaggio lunare e i fiori la sua vera passione (anche sotto il profilo botanico) unici e meravigliosi.

Il rischio è quello di adattarsi a questi luoghi e di non volerne fare più ritorno in città, catturati dal fascino del paesaggio e dalle numerose storie (abilmente raccontate da Alberto Benini) di uomini , più o meno celebri, che proprio sui torrioni della Grignetta si sono allenati per poi intraprendere imprese storiche, che hanno portato il nome dell’alpinismo lecchese celebre in tutto il mondo.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Agosto 1968 duecentomila soldati del Patto di Varsavia e 5.000 carri armati, invadono la Cecoslovacchia per porre fine alla Primavera di Praga

Social

newTwitter newYouTube newFB