Lecco, 13 settembre 2017   |  

Giulio Boscagli assolto al processo per la telemedicina

Il pm aveva già chiesto per lui l'assoluzione; uguale esito per tutti gli altri imputati.

boscagli3

Tutti assolti gli imputati per presunte irregolarità negli appalti per la cosiddetta 'telemedicina´ e per servizi assicurativi e di brokeraggio in alcuni ospedali. Tra di essi anche l'ex sindaco di Lecco e assessore regionale Giulio Boscagli, per cui il pm aveva già chiesto l'assoluzione.

L'accusa era quella di presunti appalti pilotati per il progetto 'Telemedicina´ affidato alla società Multimedia Hospital per installare in 26 ospedali lombardi un canale televisivo a circuito chiuso con informazioni sanitarie e pubblicità e per contratti di assicurazione e brokeraggio nelle aziende ospedaliere.

Il pm di Milano Eugenio Fusco aveva chiesto la condanna a 2 anni di reclusione e a 2mila euro di multa per l’ex direttore generale della sanità in Lombardia Carlo Lucchina, imputato assieme ad altre 9 persone accusate, a vario titolo, di turbativa d’asta e corruzione.

Il pubblico ministero aveva anche chiesto, tra gli altri, un anno e 6 mesi di condanna per Maurizio Amigoni, ex direttore generali dell’azienda ospedaliera di Desio-Vimercate, Maurizio Amigoni, 3 anni di reclusione per l’ex dg dell’ospedale di Mantova Luca Stucchi. Come detto il pm aveva chiesto l’assoluzione per cinque imputati, tra cui l’ex assessore regionale Giulio Boscagli.

Per questa vicenda due soci della Multimedia Hospital, Bruno Della Negra e Alberto Uva, hanno patteggiato tempo fa.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Novembre 1877  Thomas Edison annuncia l'invenzione del fonografo, un apparecchio che può registrare suoni. Questa invenzione permetterà poi l'utilizzo di apparecchi per la riproduzione del suono.

Social

newTwitter newYouTube newFB