Lecco, 20 luglio 2018   |  

Giovani volontari lombardi con i pellegrinaggi dell'Unitalsi a Lourdes

Un'esperienza straordinaria di servizio accanto a chi è malato o disabile.

PASTORALE DIGITALE LOURDES UNITALSI II 750x350

Sarà un'estate diversa quella di molti giovani lombardi che hanno deciso di dedicare le loro vacanze ad un'esperienza straordinaria di servizio accanto a chi è malato o disabile. Infatti, dal 1 al 7 agosto partiranno in pullman con la Sezione Lombarda l'UNITALSI (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) per il santuario francese numerosi gruppi di pellegrini tra i quali ragazzi e ragazze provenienti da tutta la regione, ma soprattutto da Mantova, Como, Busto Arsizio, Crema, Legnano e Varese (dal 2 al 6 agosto in aereo).

Oltre duecento tra sorelle di carità e barellieri, molti sacerdoti e medici e quasi cento persone che hanno bisogno di assistenza nel viaggio e aiuto nella loro permanenza a Lourdes, daranno vita - sotto la guida spirituale di monsignor GIUSEPPE MERISI, vescovo emerito di Lodi – ad un pellegrinaggio speciale a Lourdes nell'anno in cui ricorre il 160° anniversario delle apparizioni mariane e nel 115° di fondazione dell'UNITALSI.

Per INFO: Unitalsi Lombarda, Via Giovanni Labus, 15; Tel. 02/21117634; mail: info@unitalsilombarda.it; sito: www.unitalsilombarda.it

Il Presidente della Sezione Lombarda dell'Unitalsi, Vittorio De Carli presenta così il prossimo pellegrinaggio del mese di agosto: "E' stato fatto un grande sforzo organizzativo e aggregativo per poter confermare questo tradizionale pellegrinaggio estivo come uno dei più numerosi e partecipati del nostro anno unitalsiano".

"Parecchi- conclude De Carli - saranno i giovani che per la prima volta proveranno questa esperienza di servizio a chi è nel bisogno. Sarà compito dei nostri gruppi locali offrire continuità a questa esperienza affinché lo stile di servizio e di relazione con gli altri possa diventare quotidianità di vita. Solo così l'esperienza di pellegrinaggio, con le sue proposte di un modo diverso di vivere le proprie relazioni con gli altri e con Dio, può insegnare a viverle l'emozione del dono di sé in tutti gli altri giorni dell'anno!".

"La nostra associazione – spiega mons. Roberto Busti, Vescovo emerito di Mantova e Assistente regionale dell'UNITALSI – è nata per accompagnare coloro che avrebbero difficoltà a farlo da soli, in uno scambio continuo di carità e di amicizia che rende questa esperienza veramente unica. Spesso lo stile di vita dei pochi giorni trascorsi presso il santuario diventano la quotidianità della propria vita. Dopo essere stati a Lourdes ci si accorge che non si può vivere in un certo modo con gli altri e per gli altri solamente per pochi giorni, ma è possibile "restare in pellegrinaggio" ogni giorno dell'anno, trasferendo nei gesti di ogni giorno i gesti tipici del servizio svolto di fronte alla Vergine aiutando i nostri fratelli più fragili".

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Gennaio 2005 in Somalia,  miliziani musulmani integralisti distruggono completamente il cimitero italiano di Mogadiscio. Dietro il vandalismo probabili interessi edilizi sulla zona.

Social

newTwitter newYouTube newFB