Lecco, 07 aprile 2017   |  

Giornata mondiale della gioventù: grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente

Un forte invito da Francesco a non separare la fede dalla vita, ma a mettersi in cammino perché mentre si cammina si cresce

2016030681244 20150516112322 papa francesco

“Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente” è il tema del messaggio di Papa Francesco per la XXXII Giornata mondiale della gioventù che si celebra domenica 9 aprile.

Un forte invito a non separare la fede dalla vita, a vivere non come in un reality, ‘senza scopo e senza fine’, e a mettersi in cammino perché mentre si cammina si cresce. Il Pontefice “si rivolge alle nuove generazioni che camminano dentro il loro tempo e riconosce che, in questo percorso, i giovani devono fare i conti con ciò che il mondo e la situazione offrono loro. È una cosa molto bella perché ci fa capire che la fede non è una cosa che si vive separata dalla vita. La fede è la vita stessa.

Tra un passato e un futuro c’è un presente da vivere. E non si vive senza un progetto di vita. Il Papa – sottolinea don Falabretti – chiede di uscire dalla dimensione del ‘reality’, dove si muovono personaggi privi di progetto. Questa non è la vita, ma una situazione inventata. Il Papa chiede di uscire da una cornice falsa per potersi collocare dentro una storia di verità. Dio – scrive il Pontefice – è venuto ad allargare gli orizzonti della nostra vita, in tutte le direzioni”.
Da qui i continui riferimenti a Maria, filo rosso che accompagna il triennio in preparazione alla Gmg di Panama del 2019 e pochi mesi prima al Sinodo dei giovani.

“Maria invita a mettersi in cammino – quei 150 km che la separano da sua cugina Elisabetta – a porci domande. Mentre si cammina si cresce, la fede – dice il Papa – non è roba da divano. Il Pontefice offre come esempio il cammino di una giovane donna che è Maria. Maria parte di istinto per mettersi a servizio. Mettersi a servizio non è mai una cosa che si riduce all’istinto o all’andare incontro al povero di turno, ma è una cosa che chiede di mettersi in discussione fino in fondo”. E “quando Dio tocca il cuore ‘di un giovane, di una giovane, – si legge nel Messaggio – questi diventano capaci di azioni veramente grandiose’. Come recita il tema di questa Giornata.

A Milano i giovani si ritrovano insieme all’Arcivescovo per rivivere l’antico gesto della consegna del Credo ai catecumeni nella Traditio Symboli, sabato 8 aprile, alle 20.45, nel Duomo di Milano, sul tema «“Un segno evidente è avvenuto per opera loro” (At 4,16). La comunione convince».

download pdf Il messaggio del Papa per la XXXII Giornata mondiale della gioventù

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Aprile 1915 a Londra, Sidney Sonnino, per conto del Regno d'Italia, firma un patto con Gran Bretagna e Francia, impegnandosi ad entrare in guerra contro la Germania e l'Austria

Social

newTwitter newYouTube newFB