Cassago Brianza, 28 novembre 2018   |  

Gianluca Alzati presenta l’ultimo romanzo: “Wapiti – La foresta del cervo rosso”

Venerdì 30 novembre alle ore 20.30 nella Aula Consiliare del Comune di Cassago Brianza, Gianluca Alzati presenta il suo ultimo romanzo dal titolo: “Wapiti – La foresta del cervo rosso” su un vero fatto di cronaca accaduto nel Canada moderno.

wapiti la foresta del cervo rosso

Gianluca Alzati presenta venerdì 30 novembre alle ore 20.30 nell’Aula Consiliare del Comune di Cassago Brianza, l’ultimo suo romanzo dal titolo: “Wapiti – La foresta del cervo rosso”.

Il volume, edito da TEKA edizioni, racconta la storia di una sfida drammatica accaduta nel Canada moderno, condotta dagli indiani Mohawk (Irochesi), ultimi rappresentanti di un popolo in estinzione. Questo popolo si oppone a una società imposta dall'esterno dai popoli invasori basata sul profitto e sullo sfruttamento della Terra che considerano un valore da difendere. I nativi si ribellano alla decisione di lasciar costruire su un loro antico cimitero sacro e su una centenaria foresta, un complesso residenziale e un campo di golf.

Dopo diversi inutili tentativi di dialogo, i nativi si rifugiano nella loro riserva impedendo la realizzazione del progetto: molti di loro sono reduci del Vietnam, impugnano armi automatiche e indossano tute mimetiche oltre ai colori tradizionali e alle penne sulla testa. Durante un tentativo di irruzione della Sureté du Quebec, la polizia locale, con lacrimogeni e manganelli, viene ucciso Marcel Lemay un giovane caporale.

Chi è stato? I Mohawk warriors o il “fuoco amico”?

Da questo episodio si scatena un vero e proprio caso giudiziario che, ancora oggi, pone parecchie domande alla società canadese e alla credibilità dei mezzi di informazione. Il protagonista del romanzo è Marco, un ragazzo italiano, in un momento di scelte fondamentali per il suo futuro. Egli si trova coinvolto in un confronto tra due culture, in una storia d'amore emozionante ma contrastata e che deve rispondere alla domanda: da che parte stai?

La storia, che si è realmente verificata, ha una cornice biografica che si intreccia con l'esperienza dell'autore che ha veramente visitato, quattro anni dopo la crisi di Oka (1990), la riserva dove ebbero luogo gli scontri. Da questa esperienza nascerà la sua tesi di laurea che avrà come oggetto gli Indiani d'America. Gli indiani, nel racconto, sono donne, uomini e bambini che lottano per conservare le loro tradizioni e la loro cultura. Purtroppo, devono confrontarsi con le contraddizioni del mondo contemporaneo: l'alcolismo, il gioco d'azzardo o la delinquenza.

Il romanzo considera varie tematiche: la necessità di affrontare scelte difficili nella propria vita, le questioni ecologiche, il pacifismo e la difesa dei diritti delle minoranze. Contro ogni tipo di razzismo e discriminazione il libro è dedicato a tutti coloro che, nonostante tutto, hanno scelto di difendere e affermare la propria umanità.

L'illustrazione in copertina è di Afran, un giovane artista, scultore, pittore e performer camerunense che vive e lavora in Italia dal 2009. Al volume è corredata la canzone "Wapiti Lullaby" scritta da Gianluca Alzati e Matteo Brescianini (https://www.youtube.com/watch?v=kCOzNnbXwgg).

 

 

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Dicembre 1842, a Fraciscio di Campodolcino (Como),  nasce don Luigi Guanella (morirà a Como il  24 ottobre 1915), riconosciuto santo dalla Chiesa cattolica.  A lui si deve la fondazione delle congregazioni cattoliche dei Servi della Carità e delle Figlie di Santa Maria della Divina Provvidenza.

Social

newTwitter newYouTube newFB