Lecco, 11 maggio 2018   |  

Fratelli d'Italia: con la tassa di soggiorno sviluppare progetti turistici

Il partito ha formato un tavolo di lavoro per segnalare potenzialità e criticità legate al turismo lecchese

fratelli

È di pochi giorni fa la notizia che gli incassi delle Imposte di Soggiorno dei turisti che visitano la nostra Città siano ormai prossimi alla soglia dei 200.000 € annui. Tali soldi vengono raccolti sia dagli albergatori lecchesi che dai tanti proprietari di case-vacanza di tipo Airbnb e testimoniano il continuo gradimento dei turisti verso il nostro territorio.

"Nonostante ciò rimangono alcune gravi pecche che riguardano sia l'interminabile incompiutezza dell'Ostello della Gioventù (che prevede oltre 100 posti letto) sia la questione delle corse dei battelli, definite dai più insufficienti per lo sviluppo concreto del turismo sul lago. Siamo felici che il trend di turisti e del relativo gettito nelle casse comunali continui a salire – commenta Enrico Castelnuovo di Fratelli d'Italia Lecco - ma vorremmo che il nostro Comune usasse razionalmente i fondi da investire nei progetti. Sono stati anni di crescita per questo settore, tuttavia troppe risorse si sono perse nei meandri di progetti non ancora conclusi e in "carrozzoni" da cui non vediamo uscire idee concrete. Crediamo infatti che sia veramente arrivato il momento di creare un circolo virtuoso legato al turismo e che da oggi in poi non si possa più procrastinare l'impegno della pubblica amministrazione nello sviluppo del turismo lecchese".

Gli fa eco il portavoce provinciale di FDI Giacomo Zamperini "Riprendiamo questo tema per esprimere una nostra preoccupazione: i dati turistici sono molto lusinghieri, significa che il nostro territorio è sempre più apprezzato, però è arrivato il momento che a Palazzo Bovara si decidano a lavorare su obiettivi concreti e tangibili: per rilanciare l'economia della nostra Città, intesa come benessere economico e sostenibile di tutti, servono idee nuove e progetti concreti".

FdI Lecco comunica inoltre di aver formato un tavolo di lavoro per segnalare potenzialità e criticità legate al turismo lecchese e che presto organizzerà un dibattito pubblico su questo tema, coinvolgendo operatori del settore, amministratori ed associazioni.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Maggio 1986 la Comunità Europea adotta la bandiera europea

Social

newTwitter newYouTube newFB