Lecco, 10 febbraio 2018   |  

Forza Italia: Rampin e Gagliardi lanciano la corsa al Pirellone

di Stefano Scaccabarozzi

Due candidature, quelle sostenute da Michela Vittoria Brambilla, che si propongono come rinnovamento.

rampin e gagliardi

Rosanna Rampin e Roberto Gagliardi

Sanità, sicurezza, giovani, impresa, turismo, terzo settore e viabilità per una Lombardia migliore. È su questi i temi che verte il programma di Roberto Gagliardi, 26 anni di Calolzio, candidato alle regionali con Forza Italia, con il sostegno diretto dell'onorevole Michela Vittoria Brambilla.

«L'emergenza sicurezza è sotto gli occhi di tutti, – spiega Gagliardi – siamo arrivati a 30 aggressioni negli ultimi due mesi. Per questo noi proponiamo: polizia sui treni locali, con security privata e collaborazioni con Trenord; più controlli delle forze dell'ordine nelle stazioni, magari collaborando con l'associazione nazionale carabinieri; il poliziotto di quartiere; sinergie tra comitati-cittadini e forze dell'ordine per contrastare furti, aggressioni, spaccio e baby gang».

Altra priorità indicata da Gagliardi è quella dei giovani: «Mi stupisce molto il fatto che dei giovani che lasciano la Lombardia perché non trovano lavoro non se ne parli mai. Devono diventare la priorità, passando anche da quello shock fiscale che propone il presidente Berlusconi con la flat tax. Infatti la Lombardia è il secondo motore d'Europa per la sanità, la quarta economia, ma il nostro territorio sta pagando ancora la crisi».

Proposte che Gagliardi intende portare avanti all'insegna del rinnovamento: «il mio è un comitato elettorale giovane, basato sulla società civile e sull'ascolto di chi oggi ha delle problematiche. Io sono sempre stato un berlusconiano, sono per la leatà, per il vincolo di mandato, credo in una politica basata sul rinnovamento: non dico una rottamazione, ma una politica che si deve svecchiare, dando fiducia a chi ha sempre dimostrato un credo. I cambi di casacca li abbiamo avuti a Roma ma anche a Milano».

Un messaggio evidentemente inviato allo sfidante interno, Mauro Piazza, anch'esso candidato con Forza Italia e quindi in corsa per l'unico seggio che il partito del Cav dovrebbe conquistare a Lecco. Nell'ala “brambilliana” di Forza Italia non sono pochi infatti a ricordare il mancato appoggio dato da Piazza (e dal suo gruppo) ad Alberto Negrini, candidato del Centrodestra e quindi sostenuto da Forza Italia, nel ballottaggio del 2015 per l'elezione del sindaco di Lecco, contro l'esponente Pd Virginio Brivio.

Dello stesso avviso di Gagliardi è Rosanna Rampin, classe 1973 di Casatenovo, l'altra candidata di Forza Italia apertamente sostenuta dall'onorevole Michela Vittoria Brambilla: «La Lombardia è sempre stata un'eccellenza, le nostre proposte sono fatte per migliorarla ancora di più. Noi abbiamo una mentalità diversa, nuove idee da realizzare al servizio dei cittadini».

Per la Rampin le priorità da portare tra i banchi della Regione sono: le esigenze delle piccole e medie imprese, le tasse troppo alte, l'occupazione giovanile, la conciliazione famiglia-lavoro, l'inquinamento, la manutenzione delle infrastrutture, la sanità pubblica, disabili e anziani, l'educazione stradale e il trasporto pubblico.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Febbraio 1984 viene firmato l'accordo di villa Madama, il nuovo concordato tra Italia e Santa Sede.

Social

newTwitter newYouTube newFB