Lecco, 08 gennaio 2019   |  

Finiti i lavori per il consolidamento dei soffitti delle scuole di Dervio

La spesa complessiva è di circa 34 mila euro: "Soldi ben spesi per aumentare la sicurezza di chi frequenta le nostre scuole".

dervio

Spesso le cronache si occupano purtroppo di crolli di intonaco dai soffitti delle scuole: per prevenire per quanto possibile tale problema, l'Amministrazione Comunale di Dervio ha fatto eseguire negli scorsi mesi da tecnici specializzati un attento rilievo ed un'analisi strutturale e di sicurezza degli edifici della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, che sono risultati complessivamente in buono stato di conservazione e di sicurezza statica, presentando solo alcune aree circoscritte potenzialmente soggette ad uno sfondellamento dei solai.

Tale fenomeno consiste nella possibilità di un eventuale distacco e nella caduta della parte inferiore delle pignatte dei solai o dell'intonaco, che seppure non rappresenti un problema strutturale può però diventare un pericolo per la sicurezza di ambienti e persone.

A tal fine è stata successivamente incaricata un’impresa specializzata che è intervenuta durante le vacanze natalizie (quindi nel tempo più breve possibile ma senza interrompere l’attività scolastica) su circa 300 mq. di superficie, nei punti indicati dai tecnici come quelli potenzialmente a rischio, realizzando uno speciale controsoffitto fissato ai travetti del solaio che, di fatto, fungerà da "rete di sicurezza" nel caso in cui si dovesse verificare uno sfondellamento, impedendo così la caduta a terra di eventuali detriti.

La spesa complessiva è di circa 34 mila euro: "Soldi ben spesi per aumentare la sicurezza di chi frequenta le nostre scuole. La stessa indagine, seguita da un intervento simile di manutenzione straordinaria, è stata eseguita nel 2017 presso la scuola media, con una spesa di altri 30 mila euro circa. Tutte e tre le scuole derviesi sono quindi ora più sicure anche sotto questo punto di vist"a.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newTwitter newYouTube newFB