Venegono, 08 maggio 2018   |  

Festa dei Fiori a Venegono: “Pregate ininterrottamente, in ogni cosa rendete grazie”.

La festa della presentazione dei 23 diaconi che diventeranno preti in Duomo il 9 giugno

Venegono Seminario

“Pregate ininterrottamente, in ogni cosa rendete grazie”. È l’esortazione rivolta dal card. Delpini ai moltissimi sacerdoti riuniti per la Festa dei Fiori in cui si presentano i candidati al Presbiterato 2018 e si ricordano alcuni anniversari sacerdotali. Nell’ Aula Paolo VI ci sono anche il cardinale Angelo Scola (che “compie” 15 anni di Cardinalato) e monsignor Adriano Caprioli, di cui ricorre il ventesimo anniversario di ordinazione episcopale.

La figura del card. Montini, di cui si attende la data di canonizzazione, è delineata da Giselda Adornato, studiosa e consultore della Causa di beatificazione e canonizzazione. “Un Pastore-padre, un poco intimorito dalla grande metropoli, che seppe tuttavia interpretare in modo sapiente e, appunto, in anticipo rispetto ai tempi”.

Segue la celebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo che si sofferma sulla Madonnina. «I nostri padri hanno fuso nel bronzo questo segno, mettendo la donna vestita di sole in cima al Duomo. Forse lo hanno fatto perché temevano che i milanesi se ne dimenticassero, troppo spaventati e distratti dalla frenesia degli affari da portare a buon fine, smarriti dal complicarsi della vita e dal trasformarsi della città. Alzate lo sguardo, dice il Duomo, guardate il segno grandioso, lasciate che vi contagi la danza delle stelle. La Madonnina porta in cielo tutta la storia, la cronaca spicciola dei milanesi, dei turisti, dei mendicanti, di tutto il mondo; le storie gloriose e dimenticate di tutti i santi scritte nel marmo di Candoglia che raccontano di torture e martìri, di povertà e di peccati, di parole memorabili e di carità».

L’Arcivescovo si rivolge poi ai futuri presbiteri, il cui motto è, con la pagina di Luca al capitolo 15, “… E cominciarono a far festa”. Da qui l’invito alla docilità alla Parola di Dio che dona la pace, che dà gioia senza sottrarre alle inquietudini e alle persecuzioni, che rende partecipi della salvezza. Segue la consegna ai sacerdoti: «Immagino che i preti che hanno alzato lo sguardo possano ripetere l’invito dell’Apostolo: pregate ininterrottamente, in ogni cosa rendete grazie, se volete essere stelle che danzano intorno alla Madonnina. Pregate quando siete giovani e quando siete vecchi, quando siete vicini a chi nasce o a chi muore, quando siete festeggiati e acclamati o impopolari e osteggiati da tutti. Ecco il segreto per essere beati. Dobbiamo imparare a immergerci nel roveto ardente che ci trasforma in fuoco, e sperimentare quale sia la gioia che fa danzare le stelle».

Poi, nel quadriportico del Quadriennio teologico, la festa della presentazione dei 23 diaconi che diventeranno preti in Duomo il 9 giugno, con musica e animazione.

Un altro momento, che ha aperto la Festa dei Fiori 2018 è stata l’intitolazione della Biblioteca al cardinale Martini, alla quale egli donò poco meno di 20 mila volumi. La presentazione del direttore, don Virginio Pontiggia, precede la benedizione della targa marmorea su cui si leggono queste parole dell’Arcivescovo scomparso nel 2012: “L’intelligenza va coltivata, affinata, educata, illuminata dal Vangelo perché da semplice intuizione globale divenga penetrazione dei fatti è dei significati”.

«La fisicità di tenere in mano un libro, costringe all’attenzione e disperde le molte chiacchiere della rete e, quindi, la biblioteca diventa la possibilità di un rapporto più concentrato con gli autori. Essa è il luogo in cui dormono i sapienti, dove ascoltare un sapere accumulato per secoli. Sotto l’intercessione del cardinal Martini, è un invito ai seminaristi perché utilizzino al meglio questa biblioteca, dove consultare un libro per volta», osserva Delpini.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Giugno 1280, in cambio della libertà, il marchese Guglielmo VII del Monferrato  cede Torino a Tommaso III di Savoia: da questa data la storia della città si legherà a quella dei Savoia

Social

newTwitter newYouTube newFB