Lecco, 28 gennaio 2020   |  

Feralpi diventa unico proprietario del Caleotto

Continuerà però la collaborazione industriale con Duferco.

caleotto fabbrica

Il Caleotto diviene al 100% di proprietà della Feralpi. Il gruppo di patron Piasini ha infatti annunciato che rileverà il 50% della quota detenuta da Duferco Italia Holding. L’intesa siglata la scorsa settimana è ora al vaglio dall’Antitrust per l'approvazione formale necessaria per la chiusura dell'operazione.

«La scelta deriva dall’evoluzione industriale dei due Gruppi – spiegano Feralpi e Duferco in una nota congiunta-. In particolare, Feralpi si è rafforzata nel settore degli acciai speciali, come nel caso della vergella prodotta dal Caleotto, settore considerato strategico per il Gruppo. Duferco ha in corso importanti investimenti nell’ambito della laminazione di travi e laminati, tra cui un nuovo laminatoio a Brescia, sui quali ha focalizzato le proprie risorse».

A cinque anni dalla nascita della joint venture paritetica che portò Feralpi e Duferco ad acquisire e rilanciare l’importante laminatoio di Lecco, che si trova al centro di un distretto  consolidato e fortemente votato all’esportazione, cambierà quindi l’assetto azionario.

«La collaborazione operativa tra le due società non finirà – si precisa -. Verrà data continuità al piano produttivo nonostante una fase congiunturale che vede il mercato di riferimento piuttosto debole, in primis quello dell’automotive».

Infatti, il laminatoio del Caleotto verrà costantemente rifornito di billette sia dal Gruppo Feralpi, attraverso Acciaierie di Calvisano, sia dal Gruppo Duferco al fine di garantire la costanza dell’attività industriale.

Soddisfatto l’ad di Caleotto, Lorenzo Angelini: «Per il Gruppo Feralpi l’ingresso in Caleotto ha significato entrare in un mercato ad alto valore aggiunto, in linea con l’obiettivo di fare della business unit degli acciai speciali un pilastro del piano strategico di sviluppo. Caleotto rappresenta non solo un laminatoio di tradizione secolare sulla quale Feralpi e Duferco hanno investito in tecnologie innovative, ma racchiude un insieme di competenze che lo rendono una realtà competitiva sulla piazza nazionale e internazionale».

«In questi cinque anni – aggiunge Domenico Campanella, ad di Duferco Italia Holding - abbiamo lavorato in stretta sinergia con il Gruppo Feralpi. È un Gruppo che stimiamo profondamente col quale continueremo a collaborare alimentando Caleotto con le nostre billette. Abbiamo conosciuto un territorio di grande esperienza siderurgica come quello lecchese ed abbiamo interagito con clienti, locali e non, con i quali abbiamo sviluppato solide partnership anche grazie ai forti investimenti sotto l’aspetto impiantistico. Le scelte strategiche fatte insieme a Feralpi ci hanno portato a rilevare Caleotto e si sono dimostrate valide. Ora però Duferco ha una nuova sfida davanti a sé. Il nostro assetto industriale cambierà nei prossimi anni grazie al nuovo laminatoio travi che stiamo realizzando a Brescia assieme a Nucor. È un grande passo che richiede una concentrazione di risorse umane e di capitale».

Nel segno della continuità della visione industriale e dell’attività commerciale, anche quest’anno Caleotto sarà presente alla fiera internazionale Wire 2020 che si terrà a Düsseldorf dal 30 marzo al 3 aprile.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Febbraio 1931 viene varata la Amerigo Vespucci, tuttora in servizio, ed utilizzata per l'addestramento degli allievi dell'Accademia Navale di Livorno.

Social

newTwitter newYouTube newFB