Lecco, 04 maggio 2020   |  

Fatture elettroniche, fino al 31 dicembre lo Sdi accetterà le “vecchie” specifiche tecniche

di a cura dello studio Qualitas Commercialisti Associati

Obiettivo garantire la continuità dei servizi e il graduale adeguamento alle nuove specifiche

calcolo iva fisco

Con il Provvedimento direttoriale n. 166579/2020 l'Agenzia delle Entrate aggiorna le specifiche tecniche relative alla fattura elettronica - versione 1.6, approvate con il Provvedimento 28 febbraio 2020, n. 99922 - consentendone l'utilizzo a decorrere dal 1° ottobre 2020.

Per garantire la continuità dei servizi e il graduale adeguamento alle nuove specifiche, anche in considerazione dell’attuale situazione emergenziale causata dalla crisi epidemiologica COVID-19, viene previsto che:

  • fino al 31 dicembre 2020 la trasmissione al Sistema di Interscambio (SdI) e il recapito delle fatture elettroniche - nonchè delle note di variazione - possano comunque essere effettuati anche sulla base delle specifiche tecniche (versione 1.5) approvate con il Provvedimento 30 aprile 2018, n. 89757 ;

  • dal 1° gennaio 2021, invece, il Sistema di Interscambio accetterà esclusivamente fatture elettroniche e note di variazione predisposte con il nuovo schema, approvato con il Provvedimento 20 aprile 2020, n. 166579.

Nello specifico, nella nuova versione delle specifiche tecniche (1.6.1) sono state aggiornate le date di fine validità per taluni codici e modificata la data di entrata in vigore di taluni controlli.

Si ricorda che con il richiamato Provvedimento direttoriale n. 99922/2020 :

  1. sono stati modificati gli schemi e sono stati inseriti nuovi controlli per rendere più puntuali le codifiche “TipoDocumento” e “Natura”;

  2. è stato disposto che:

    1. a decorrere dal 4 maggio 2020 e fino al 30 settembre 2020 sono accettate dal Sistema di Interscambio (SdI) le fatture elettroniche e le note di variazione predisposte sia con il nuovo schema sia con lo schema approvato con le precedenti specifiche tecniche (versione 1.5);

    2. a decorrere dal 1° ottobre 2020, invece, il Sistema di Interscambio accetti esclusivamente fatture elettroniche e note di variazione predisposte con il nuovo schema.

Tali termini sono ora superati dal Provvedimento 20 aprile 2020, n. 166579.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

2 Giugno 1946 con un referendum istituzionale gli italiani decidono di trasformare l'Italia da monarchia a repubblica (12.717.923 voti contro 10.719.284). Dopo questo referendum il Re d'Italia Umberto II di Savoia lascia il Paese

Social

newTwitter newYouTube newFB