Lecco, 08 maggio 2018   |  

Export 2017 da record: Lecco tira la volata al manifatturiero italiano

A rallentare la crescita, seppur in modo ancora molto contenuto, le tensioni internazionali e le “guerre” commerciali.

tonini assemblea 2017

Se nei primi due mesi del 2018 l'export italiano frena rispetto all'andamento del 2017, i settori di MPI tengono, anche nella nostra provincia. A rallentare la crescita, seppur in modo ancora molto contenuto, le tensioni internazionali e le “guerre” commerciali, con relative minacce di dazi e sanzioni, soprattutto per i mercati di USA e Cina.

“E' in questo particolare contesto internazionale che nel primo bimestre del 2018 si registra un rallentamento delle esportazioni dopo che il 2017 è stato definito dagli economisti anno record del Made in Italy – commenta Vittorio Tonini, segretario generale Confartigianato Imprese Lecco - A livello nazionale, a gennaio e febbraio 2018, l'export è salito del 6,6%, meno rispetto al +7,2% dello stesso periodo del 2017 e con un'ampia divaricazione tra i Paesi UE (+9,8%) ed extra UE (+2,3%).

Ma andando a analizzare i settori di produzione, l'ultima elaborazione prodotta da Confartigianato mostra come a contribuire al mantenimento del trend siano i comparti dove pesa maggiormente la Micro e Piccola Impresa: nel primo bimestre 2018 il totale dei comparti riferiti ai settori MPI segna un aumento del 5,5% in tenuta rispetto al +5,4% del 2017. Tra le MPI che hanno contribuito a questo risultato anche in provincia di Lecco, quelle incentrate sulla produzione di prodotti alimentari, bevande e tabacco; prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori; legno e prodotti lignei; carta e stampa; prodotti di altre attività manifatturiere, in primis la gioielleria.

Un dato che fa certamente ben sperare a livello locale e che auspichiamo possa fare da traino anche per il resto del Paese. Certo non sarà facile mantenere il ritmo del 2017, quando l'export dei settori a maggiore concentrazione di MPI, nei quali l'occupazione nelle imprese con meno di 50 addetti supera il 60% del totale, ammontava a 123.924 milioni di euro, arrivando a una incidenza sul PIL del 7,2%, il massimo storico negli ultimi 20 anni. A Lecco – conclude Tonini – nel 2017 la dinamica dell'export manifatturiero rispetto al 2016 ha segnato un +6,8% per un valore di 4.336,1 milioni di euro, di cui 1.407 milioni di euro esportati da divisioni ad alta concentrazione di MPI (32,2% dell'export manifatturiero totale; +,3,4% sul 2016 MPI provincia di Lecco)”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Maggio 1986 la Comunità Europea adotta la bandiera europea

Social

newTwitter newYouTube newFB