Lecco, 28 marzo 2018   |  

Emilia nella missione di padre Alberto in ricordo di Andrea

di Mario Stojanovic

Viaggio in Thailandia, insieme a Giovanni Parolari, a sei anni dalla scomparsa del coniuge.

WhatsApp Image 2018 03 26 at 17.18.42

Era il sabato santo del 2012 quando Andrea Valsecchi, a soli 44 anni, improvvisamente moriva nella sua residenza in via Amendola a Lecco, lasciando la moglie Emilia Amadini e i figli Stefano e Michele.

Nel corso degli anni i fondi raccolti nella parrocchia di San Nicolò in memoria di Andrea, sono sempre stati destinati alla missione thailandese di Ngam Pong, dove si trova il centro Sacra famiglia, diretto da Padre Alberto, originario di Lierna.

WhatsApp Image 2018 03 26 at 17.18.33La signora Emilia da tempo aveva il desiderio di visitare questa missione con cui si era creato un legame particolare. Un desiderio che si è realizzato il mese scorso quando, accompagnata da Giovanni Parolari dell'associazione Betharram Onlus, anch'esso della parrocchia di San Nicolò di Lecco e volontario del campanile di Lecco, si è recata in Thailandia.

Un'esperienza molto intensa, all'insegna della carità cristiana, che riviviamo attraverso alcuni estratti del diario tenuto in quei giorni da Emilia Amadini:

Partii con l'idea di non pormi domande circa questa esperienza, ma di viverla intensamente a 360 gradi istante dopo istante. Appena giunti al centro Sacra Famiglia, siamo stati accolti da un gruppo di bambini festanti. Da subito mi colpì il loro sorriso e la loro spontaneità nel correrci in braccio. Giovanni lo conoscevano di già, mentre a me, nuova arrivata, mi guardavano con curiosità.

WhatsApp Image 2018 03 26 at 17.18.391Le giornate trascorrevano velocemente, scandite da vari impegni religiosi e attività di gruppo, come accompagnare i bambini a scuola ecc. Già dal primo giorno ho potuto conoscere ogni angolo della Missione, dalle casette dei bambini, nelle quali dormono per terra sulla propria stuoia, per passare poi alle aule della scuola di taglio, dove le ragazze imparano un lavoro per il loro futuro.

Durante le ore in cui i bambini erano a scuola, accompagnata da padre Alberto, ho visitato luoghi turistici come il triangolo d'oro, dove il fiume Mekong fa da confine a tre Stati, Thailandia, Laos e Birmania e un tempio buddista incastonato nella foresta. È stato tutto molto bello.

L'esperienza più significativa fatta fuori dalla Missione, l'abbiamo vissuta a due ore di macchina da essa. Abbiamo raggiunto un villaggio partecipando alla messa, al termine della quale siamo stati ospitati in alcune abitazioni di persone del posto che ci hanno offerto, carne, riso, verdure e frutta. Sono rimasta colpita dalla loro ospitalità e semplicità. Inoltre, poi abbiamo condiviso partite di calcio, di basket e di pallavolo. Il tifo era molto coinvolgente, interrotto da canti e balli e sfilate di giovani ragazze con i loro abiti tradizionali dai colori vivacissimi.

WhatsApp Image 2018 03 26 at 17.18.411Mi hanno commossa, l'ultimo giorno, i ringraziamenti da parte loro. Anch'io e Giovanni siamo saliti sul palco per ringraziare tutti per i giorni speciali trascorsi con loro. I loro sorrisi mi hanno fatta sentire a casa, accolta, presa per mano ogni giorno di più.

Anche i bambini più piccoli mi chiamavano per nome. Un grazie speciale a tutti loro, ai loro genitori, ai Padri che mi hanno attesa ed accolta, alle ragazze più grandi e alle educatrici e a tutti per questa esperienza di vita che rimarrà incancellabile nel mio cuore e nella mia anima.

Ora posso scrivere la parola fine del viaggio, durante il quale pensavo di donare ed invece ho ricevuto da loro amore sincero, mai sperimentato prima.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Settembre 1973 muore a Roma, dove era nata nel 1908, Anna Magnani,  prima interprete italiana nella storia degli Academy Awards a vincere il Premio Oscar (per il film La rosa tatuata) come migliore attrice.

Social

newTwitter newYouTube newFB