Lecco, 27 giugno 2018   |  

Elisoccorso lombardo autorizzato per manovre speciali notturne

Grazie ai visori notturni potrà verricellare l'equipe sanitaria e tecnica su siti noti e censiti.

1309538.5999999708

Un'immagine di quanto si riesce a vedere con i visori notturni, nella più completa oscurità.

Nuovo importante passo in avanti del servizio di elisoccorso sul territorio lombardo. Ieri è arrivata infatti l'autorizzazione da parte di ENAC, l'Ente Nazionale Aviazione Civile, all’attività di manovre "speciali" di notte con l’uso dei visori notturni. In pratica, l'elicottero del soccorso potrà verricellare l'equipe sanitaria e tecnica su siti noti e censiti.

Due le condizioni per fare questo: l'utilizzo dei visori notturni, tecnologia all'avanguardia che permette ai Piloti di vedere come di giorno, e la disponibilità di questi siti, denominati siti HOIST, che consentono le manovre speciali: si tratta di prati, zone in prossimità di rifugi, zone vicine a strade difficili.

Tutte aree che sono state censite e rese disponibili nel gestionale affinchè le Sale Operative interessate, al momento quella di Como e di Bergamo, ne possano usufruire. A regime i siti HOIST saranno più di settanta sull'intero territorio lombardo. Per ora l'utilizzo è limitato all'elicottero della Base di Como.

La notizia dell'autorizzazione di Enac era attesa, e non a caso, presso le Sale Operative di Bergamo e Como, è stata effettuata nelle ultime settimane la formazione/informazione degli operatori.

L'elisoccorso in Lombardia sta diventando sempre più protagonista degli interventi di soccorso. Qui sotto la tabella che illustra l'aumento dell'attività, e sotto ancora il dettaglio delle missioni notturne, che con questa autorizzazione di Enac avranno un ancora maggiore sviluppo.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Settembre 1956 è inaugurato il primo cavo sottomarino transatlantico, tra Scozia e Terranova.

Social

newTwitter newYouTube newFB