Lecco, 20 maggio 2020   |  

Elisa Pomi e Andrea Viganò: successi per i ragazzi del Badoni

Python pubblica ‘ACE’ un progetto di Andrea Viganò. Elisa Pomi ha vinto la fase regionale dei Giochi della Chimica

istituto badoni lecco

Ancora due successi per gli studenti del Badoni di Lecco.

1. Elisa Pomi ha vinto la fase regionale dei Giochi della Chimica
Da molti anni l’Istituto Badoni partecipa ai Giochi della Chimica organizzati dalla Società Chimica Italiana. Tali giochi si strutturano in una fase regionale, a cui partecipano gli studenti delle scuole medie superiori della Lombardia e sono suddivisi in tre categorie: classe A per gli studenti dei bienni superiori; classe B per i trienni licei; classe C per i trienni ITI per Chimica
Il Badoni partecipa da sempre alla classe A con studenti del Tecnico e alla classe B con studenti del nostro Liceo delle Scienze Applicate.
Quest’anno due studenti del nostro Istituto hanno ottenuto ottimi risultati: Elisa Pomi della 2^B Informatica, seguita in chimica dalla prof.ssa Arrigoni, ha vinto la fase regionale della classe A, mentre Figini Alessio di 2^B Elettrotecnica è arrivato settimo.
Nonostante la particolare situazione di quest’anno, il nostro istituto ha attivato un corso di approfondimento tenuto dalla prof.ssa Maggioni che ha seguito gli studenti con lezioni sia in presenza che a distanza.
Sempre a distanza, sabato 16 maggio 2020 si sono tenute le prove lombarde, contemporaneamente a tutta l’Italia, e i nostri studenti hanno partecipato con impegno, piazzandosi tutti in buone posizioni sui 150 partecipanti, per categoria. Non è ancora chiaro come si svolgeranno le prove nazionali alle quali Elisa sarà invitata a partecipare.
Le premiazioni dei giochi regionali si terranno, presumibilmente, come gli scorsi anni, a fine settembre 2020, quando verranno premiati i 10 studenti migliori di ogni classe di concorso.

2. Python pubblica ‘ACE’ un progetto di Andrea Viganò
Il sito Python Package Index (PyPI) è il principale archivio di pacchetti per il linguaggio di programmazione Python; dunque un luogo importante per chi si dedica alla programmazione.
Ebbene, PyPI ha da pochi giorni pubblicato un progetto di Andrea Viganò, studente della 4^A del Liceo delle Scienze e Tecnologie Applicate del Badoni. Un progetto particolare, che unisce Informatica e Matematica in un unico ambiente.

Gli abbiamo chiesto di parlarci di lui e di questa sua passione.
“Sono Andrea Viganò, ho 17 anni, studente liceale del quarto anno del Liceo scientifico delle Scienze applicate presso l’IIS Badoni di Lecco e nuotatore agonista per la società Gestisport coop, nonché aspirante software developer.
Fin da piccolo ho nutrito grande interesse per le discipline scientifiche. Da un anno circa ho orientato la mia attenzione al mondo dell’informatica e della programmazione, nel quale le mie conoscenze tecniche e la mia creatività hanno trovato terreno fertile.
Il Progetto Ace è nato all’inizio del 2019 come un semplice progetto di informatica a scuola; il primo risultato è stata un’applicazione capace di risolvere equazioni e disequazioni matematiche anche piuttosto complesse, seppur con una serie di limitazioni. Il potenziale che esprimeva questo semplice programma e la mia passione per la materia mi hanno motivato a sviluppare ulteriormente il progetto. Il frutto dei successivi 15 mesi, tra analisi, aggiornamenti e modifiche, è un “ambiente di calcolo algebrico”, che in inglese suona Algebraic Calculation Environment , cioè ACE.”
Ace è dunque il risultato di un lavoro tenace e ora costituisce una base d’appoggio a disposizione di tutti i programmatori, grazie alla quale è possibile estendere le potenzialità di un linguaggio di programmazione convenzionale nel campo delle funzioni polinomiali, dei numeri reali e dell’algebra in senso lato.
Il pacchetto è visibile al link: https://pypi.org/project/acenv/ da dove è possibile installarlo, avere una serie di informazioni, tra le quali una documentazione scritta in inglese da Andrea, relativa al pacchetto stesso e alle modalità d’utilizzo.
A Elisa e Andrea vanno le congratulazioni del Dirigente Scolastico, dei loro docenti e dell’intero Istituto Badoni.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

2 Giugno 1946 con un referendum istituzionale gli italiani decidono di trasformare l'Italia da monarchia a repubblica (12.717.923 voti contro 10.719.284). Dopo questo referendum il Re d'Italia Umberto II di Savoia lascia il Paese

Social

newTwitter newYouTube newFB