Lecco, 13 aprile 2018   |  

Donazione organi e anonimato: già 2000 firme raccolte da Marco Galbiati

“Ho avuto la possibilità di conoscere Maurizio che ha ricevuto il rene di Riccardo".

Ricky Marco Galbiati ss 1

Una petizione sulla piattaforma internazionale Change.org per modificare la legge 91/1999 che regola la donazione degli organi nella parte che prevede l’anonimato tra i famigliari del donatore e il ricevente.

L’iniziativa è di Marco Galbiati che dopo aver avuto la possibilità di conoscere il ragazzo che ha ricevuto il rene sinistro donato dal giovanissimo Riccardo (morto a gennaio 2017 sulle piste dell’Aprica) – grazie a un appello lanciato su FB e quindi in modo del tutto casuale – desidera che quanti lo desiderano possano avere la stessa possibilità.

“La legge in vigore in Italia prevede l’anonimato: è vietato diffondere le generalità dei famigliari del donatore e quelle del ricevente – spiega Galbiati - Credo fortemente che questa sia una legge ingiusta, poiché vieta alle due parti, qualora entrambe lo desiderino, di potersi incontrare e conoscere, magari con un supporto psicologico. Avviene così in altri paesi e in Italia non è sempre stato così”.

“Ho avuto la possibilità di conoscere Maurizio che ha ricevuto il rene di Riccardo: pure lui voleva conoscere me – continua Galbiati – E’ stato bello raccontargli chi era mio figlio e ne è nata una bella amicizia. Ricevo quotidianamente attestati di incoraggiamento per quello che sto facendo, segno che questo desiderio è condiviso da tanti. Mi auguro siano in tantissimi a firmare”.

E’ possibile firmare dal sito internet dell’associazione di Marco e Riccardo Galbiati www.iltuocuorelamiastella.it oppure direttamente al link https://www.change.org/p/ministero-della-salute-legge-donazione-organi-aboliamo-l-anonimato-e-permettiamo-alle-persone-di-conoscersi-3b93b639-691c-449b-aef0-96fd338c7dbd

Ufficio stampa

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Aprile 1956 seduta inaugurale della Corte costituzionale italiana

Social

newTwitter newYouTube newFB