Milano, 08 giugno 2019   |  

Don Paolo, don Matteo e don Alessandro nuovi preti lecchesi

In Duomo le ordinazioni sacerdotali di 17 presbiteri (15 diocesani e 2 del Pime) presiedute dall’Arcivescovo.

ordinazioni presbiterali AAAN 1

Credit Chiesa Milano

Questa mattina, nel Duomo di Milano, nella solenne celebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini ha ordinato 17 nuovi preti, 15 diocesani e 2 appartenenti al Pontificio Istituto Missioni Estere (Pime). Tutti hanno conseguito il Baccalaureato in teologia. Tra loro 3 lecchesi: don Matteo Frigerio della Parrocchia S. Eufemia in Oggiono; don Paolo Invernizzi della Parrocchia S. Alessandro in Barzio e don Alessandro Canali del Pime di Valmadrera.

don frigerio matteo e don paolo invernizzi

Don Matteo e don Paolo

Presenti alla celebrazione ai familiari dei futuri presbiteri, gli amici, i fedeli delle parrocchie che li hanno visti crescere o li hanno conosciuti durante gli studi e che al termine della Messa li festeggeranno sul sagrato della Cattedrale.

Nell'omelia l'Arcivescovo ha sottolineato: «Perciò continuate a essere lieti nella speranza: non lasciatevi rubare la gioia, ricordatevi di essere preti contenti non solo quando farete il discorso per il XXV o il L di ordinazione! Non lasciatevi vincere dall’amarezza, dallo scoraggiamento, dalla consuetudine, dal sospetto di non essere abbastanza apprezzati e valorizzati dai superiori. Siate lieti nella speranza».

E ancora: «I preti hanno la responsabilità di annunciare che Gesù glorificato è la nostra speranza: non è il lieto fine di una favola, ma colui che ci manda lo Spirito di verità che guida a tutta la verità. Siate pronti a dare ragione della speranza che è in voi, con dolcezza e rispetto, con retta coscienza. Non trascurate le domande di chi vi chiede ragioni, abbiate stima dei vostri interlocutori, non procurate distrazioni ma piuttosto propiziate percorsi verso il mistero e verso le domande radicali. Non abbiamo tutte le risposte, ma non dimenticate tutta la teologia che avete studiato, tutti gli esami che avete superato, tutta la verità che vi ha illuminato nelle celebrazioni  liturgiche e nelle adorazioni silenziose, nella meditazione della Parola di Dio e nel confronto fraterno».

don alessandro valmadrera festa

Don Alessandro

«Non dimenticate quello che avete studiato e continuate a cercare, non dimenticate le intuizioni che vi hanno illuminato e continuate a lasciarvi provocare dalle domande, dalla vita, dal contesto in cui vivete. Anche se vi chiedono emozioni, voi cercate di dare ragioni, anche se vi chiedono servizi, voi cercate di suscitare domande, anche se vi chiedono feste, voi cercate di condividere con dolcezza e rispetto la grazia di essere lieti nella speranza».

A proposito dei preti novelli monsignor Michele Di Tolve, Rettore del Seminario arcivescovile, ha dichiarato: «Sono giovani uomini che, nella loro storia personale, hanno fatto veramente un incontro significativo con il Signore Gesù attraverso la Chiesa. Si sono lasciati attrarre da Lui e hanno capito che solo all’interno della comunità cristiana potevano comprendere qual era il mistero d’amore che Dio aveva seminato nel loro cuore: la loro vocazione».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Settembre 324 Costantino I sconfigge definitivamente Licinio nella battaglia di Crisopoli, diventando l'unico imperatore dell'Impero romano.

Social

newTwitter newYouTube newFB