Lecco, 27 settembre 2017   |  

Domenica primo Ottobre la 7a Camminata sul sentiero del Rotary

Il ricavato delle quote di partecipazione sarà, infatti, devoluto a sostegno del Progetto di Vaccinazione Mondiale End Polio Now.

camminata rotary locandina

Nella giornata di domenica 1 ottobre il Rotary Club Lecco ha organizzato, in collaborazione con il CAI di Lecco, la 7° Camminata non competitiva sul Sentiero del Rotary, percorso di grande valore naturalistico e culturale, reso nuovamente praticabile alcuni anni fa grazie alla collaborazione tra le due associazioni.

Con ritrovo alle ore 08.30 presso il parcheggio della funivia dei Piani d’Erna in località Versasio di Lecco, la Camminata avrà inizio alle ore 09.00 e si concluderà tra le ore 12.00 e le 14.00 a Vercurago, dove sarà messo a disposizione un servizio bus per il ritorno.

“Anche quest’anno abbiamo voluto riproporre alla cittadinanza questa iniziativa di unità e convivialità, in luoghi che riescono a coniugare una particolare bellezza naturalistica ad interessi di carattere storico e culturale, come il Castello dell’Innominato e il Santuario di San Gerolamo – ha dichiarato Francesca Rota, Presidente del Rotary Club Lecco – I partecipanti, inoltre, avranno l’opportunità di contribuire attivamente ad un’importante causa sociale e sanitaria: il ricavato delle quote di partecipazione sarà, infatti, devoluto a sostegno del Progetto di Vaccinazione Mondiale END POLIO NOW, promosso dal Rotary International. Attivo dal 1979, END POLIO NOW ha l’ambizioso obiettivo di liberare definitivamente il mondo dalla poliomelite, malattia altamente contagiosa e che colpisce soprattutto i bambini di età inferiore a 5 anni”.

Il progetto END POLIO NOW
La Rotary Foundation (onlus), insieme ai partner Fondazione Bill e Melinda Gates e Organizzazione Mondiale della Sanità, ha ridotto i casi di poliomelite nel mondo del 99% dal 1979, data in cui ebbe inizio la prima campagna di vaccinazioni di bambini nelle Filippine, ideata e promossa dal rotariano italiano Sergio Mulitsch del Rotary Club di Treviglio.

Grazie all’amicizia nata tra Mulitsch e Alberto Sabin, scopritore del vaccino orale e rotariano del Club di Cincinnati (USA), il progetto ebbe nuovo slancio e acquisì respiro globale.

Grazie all’impegno capillare e costante di migliaia di volontari rotariani di tutto il mondo, da un numero complessivo di 350.000 casi all’anno nel 1988, si è passati a soli 650 pazienti affetti nel 2011, riuscendo quindi a circoscrivere il novero dei Paesi polio-endemici ai soli Siria, Afghanistan e Pakistan.

Grazie al progetto END POLIO NOW, sono stati insediati molti laboratori in diversi Paesi del terzo mondo, anche in territori periferici e in zone di scontro bellico. Questi luoghi sono diventati nel tempo veri e propri presidi sanitari per la gestione di emergenze sanitarie e per la conservazione, la somministrazione e il trasporto di vaccini utili alla cura anche di altre patologie, come l’ebola e la febbre gialla.

Charity Navigator, organizzazione indipendente di controllo delle organizzazioni di beneficenza degli Stati Uniti, nel 2016 ha annoverato la Rotary Foundation tra le onlus più virtuose al mondo per scopi e gestione trasparente e corretta dei capitali.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Ottobre 1945 viene ratificato dai Paesi firmatari lo Statuto delle Nazioni Unite dando così vita alle Nazioni Unite

Social

newTwitter newYouTube newFB