Lecco, 28 settembre 2018   |  

Digitalizzazione: assegnati 118.390 euro a 13 imprese

Approvate le graduatorie del bando “Voucher digitali Impresa 4.0".

staff PID lecco

Approvate le graduatorie del bando “Voucher digitali Impresa 4.0 – Misura B” promosso dalla Camera di Lecco con la propria Azienda Speciale nell’ambito della seconda annualità del progetto strategico di sistema “PID-Punto Impresa Digitale”.
Aperto il 16 luglio scorso, il bando si era chiuso per esaurimento delle risorse in soli tre giorni con 19 richieste di voucher presentate da MPMI lecchesi interessate ad intraprendere investimenti per supportare la loro digital transformation.

Lo scorso 17 settembre sono state approvate le graduatorie con 17 imprese ammissibil: 13 quelle ammesse e finanziate per complessivi 118.390,00 euro, mentre 4 imprese sono state ritenute ammissibili ma non finanziabili per esaurimento delle risorse e costituiranno una lista di attesa che potrà eventualmente essere soddisfatta nei prossimi tre mesi in caso di rifinanziamento del bando. Le graduatorie sono disponibili sul sito camerale: www.lc.camcom.it

Per numero di addetti la maggior parte delle imprese è piccola (13) e micro (5), solo 1 è media. Diversi i settori di attività in cui operano con 14 imprese manifatturiere- con una forte presenza di imprese del settore meccanico (9)- 1 del settore costruzioni, 4 del commercio all’ingrosso e 1 operante nei servizi avanzati alle imprese. Differenziati anche gli ambiti tecnologici a cui afferiscono i progetti presentati (cfr grafico 1) e molti di questi coinvolgono più di un ambito “4.0”, affiancando all’introduzione di nuove tecnologie anche interventi per l’ottimizzazione e l’integrazione dei processi, dato, questo, che testimonia come sempre più alta sia la consapevolezza che il “4.0” non si debba limitare a investimenti in macchinari interconnessi, ma debba anche riguardare l’adozione di modelli di business innovativi.

Sono quindi oltre 257.000 euro i fondi che la Camera grazie al progetto “PID Lecco” ha messo a diretta disposizione delle MPMI in questo 2018, considerato che col precedente bando “voucher digitali” nello scorso maggio sono già stati assegnati 139.190 euro a 32 MPMI lecchesi.

A questi si aggiungono anche gli ulteriori 40.000 euro ancora disponibili sulla “Misura A” , di livello regionale, che resterà aperta sino al 29 ottobre prossimo. L’azione, coordinata da Unioncamere Lombardia, sostiene progetti di innovazione digitale in chiave 4.0 proposti da aggregazioni di imprese – da 3 a 20 - e prevede voucher a fondo perso, pari al 70% delle spese ammissibili sino ad un valore massimo di 15.000 euro, per l’acquisizione di servizi di consulenza, formazione, beni e strumenti digitali.

Oltre ai bandi “Voucher”, il progetto “PID-Punto Impresa Digitale” della Camera di Lecco vede una continua attività di informazione, formazione e assistenza specialistica rivolta alle MPMI. Come illustrato nel report allegato, nel primo semestre del 2018 già 150 le imprese coinvolte: 133 partecipanti ai seminari; 18 quelle che hanno usufruito del servizio di “Digital Expert” e 30 quelle che hanno anche svolto una prima analisi del proprio grado di maturità digitale con “SelfI4.0”, servizio gratuito disponibile sulla piattaforma nazionale dei PID: www.puntoimpresadigitale.camcom.it.

Da una analisi dei report di self assessment, emerge la presenza sul territorio di imprese “eccellenti” (10 imprese “specialiste”) ma i dati confermano la necessità di continuare ad accompagnare le MPMI nei loro processi di digital transformation (17 le imprese “esordienti” o “apprendiste”) con servizi sempre più mirati rispetto alle reali esigenze. In questo senso, il PID si arricchisce del nuovo servizio “Zoom 4.0”, assessment più approfondito che le imprese potranno svolgere con la guida delle Digital Promoter e del Digital Expert del progetto.

Dal prossimo mese di ottobre, il progetto “PID” sarà inoltre affiancato dalla nuova edizione di “ECCELLENZE IN DIGITALE”, progetto di Google e Unioncamere a cui la Camera ha aderito anche quest’anno confermando in capo a Lariodesk la cura dell’iniziativa. Primo appuntamento mercoledì 10 ottobre con la tappa del roadshow nazionale “DIGITAL TRAINING”, per partire poi, da giovedì 18 ottobre e sino a febbraio 2019, con seminari, laboratori, focus tematici/settoriali e assistenze one to one.

Il progetto “PID” si conferma quindi intervento strategico dell’Ente camerale per diffondere la cultura dell’innovazione, asset fondamentale per la competitività del territorio sul quale la Camera ha molto investito come ben testimonia anche la realizzazione del progetto sperimentale di open innovation “Ecosistema Innovazione Lecco” promosso con Regione Lombardia. Progetti, questi, attorno ai quali ruoterà la partecipazione camerale, sempre curata da Lariodesk, a “INNOVAIMPRESA (Lariofiere, 16 e 17 novembre 2018) manifestazione che quest’anno propone la formula degli “Innovation Think Thank” nel corso dei quali imprese e operatori potranno conoscere in dettaglio progetti e le azioni a loro disposizione e approfondire con focus tematici le tecnologie innovative per far crescere il proprio business.

Per maggiori informazioni: www.lc.camcom.gov.it.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Ottobre 1879 Thomas Edison testa la prima lampadina funzionante in modo efficace (resterà accesa per 13 ore e mezza prima di bruciarsi)

Social

newTwitter newYouTube newFB