Dervio, 03 dicembre 2019   |  

Diga di Pagnona, Cassinelli: il gestore contribuisca a pulire il Varrone

Il sindaco di Dervio sottolinea anche la mancanza delle sirene di allarme nel piano d'emergenza.

diga pagnona

La dige di Pagnona il 12 giugno 2019

Nemmeno la riunione odierna in Prefettura ha sciolto i nodi relativi alla diga di Pagnona, la struttura sul torrente Varrone al centro delle polemiche e delle preoccupazioni dopo che lo scorso 12 giugno, durante l'alluvione che ha colpito Dervio, l'alta Valsassina e la Val Varrone, ha visto la tracimazione delle acque a causa dei tronchi e dei detrini che avevano parzialmente ostruito il bacino

Al centro della riunione il piano d'emergenza che la Regione era intenzionata ad approvare entro la fine dell'anno, ma che slitterrà per concedere un termine più ampio per presentare osservazioni.

Particolarmente critico il sindaco di Dervio, Stefano Cassinelli:. «Abbiamo fatto presente che l'esondazionedi giugno  non è imputabile alla quantità d'acqua scesa, ma ai tronchi che si sono incastrati sotto il ponte della ferrovia di Dervio, ostruendo il passaggio dell'acqua. Per evitare che ricapiti bisogna rimuovere tutto il legname presente nell'asta del Varrone».

Il sindaco derviese chiama in causa Enel Green Power, ente che gestisce la diga di Pagnona: «Il gestore della diga ha ribadito di non avere responsabilità su quanto successo a giugno. Quel che è certo è che sono 100 anni che l'impianto rende al gestore, mentre il territorio ne subisce solo le conseguenze. Non serve a fermare le onde di piena, non viene pulita da anni, è ancora in condizioni che riteniamo non adeguate: è solo un problema e un pericolo. O vengono effettuati interventi per la messa in sicurezza del torrente o tolgono diga».

Cassinelli segnala anche i problemi riguardanti il tratto derviese del Varrone: «L'alveo si è alzato di oltre un metro e quindi è necessario rimuovere subito i detriti. Inoltre, nel piano d'emergenza non sono state inserite le sirene per allertare rapidamente la popolazione, come aveva richiesto in più sedi».

La competenza sul torrente Varrone è in capo alla Regione: «Dervio - conclude Cassinelli - è pronta a fare la propria parte, ma chi deve intervenire si muova per pulire l'intera asta del torrente».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

7 Dicembre 1941 seconda guerra mondiale: i giapponesi attaccano la base navale statunitense di Pearl Harbor. L'episodio segna l'ingresso ufficiale degli USA nel conflitto

Social

newTwitter newYouTube newFB