Lecco, 11 settembre 2019   |  

Dal 14 settembre la nuova edizione di Immagimondo

Torna a Lecco il Festival di viaggi, luoghi e culture, giunto alla sua 22esima edizione.

Schermata 2019 09 11 alle 13.46.20

Un fitto calendario di appuntamenti culturali a Lecco e Comuni limitrofi dal 14 settembre a inizio ottobre. Reportage realizzati da fotografi di livello internazionale e allestimenti di mostre fotografiche avranno grande spazio in questa 22esima edizione del Festival Immagimondo, in programma dal 14 settembre al 4 ottobre.

"Torna in città - spiega l'assessore alla Cultura del Comune di Lecco Simona Piazza - un appuntamento atteso divenuto tradizione: la 22^ edizione di Immagimondo, il festival di viaggi, luoghi e culture che parla di turismo sostenibile, culture altre, incontri con la storia, i popoli e le persone di altri territori, con l’obiettivo di aprire un dialogo di conoscenza e favorire lo scambio e la crescita. Un’importante collaborazione, quella che prosegue da anni con l’associazione Les Cultures e che si è ampliata nel tempo. L’associazione ha creato una rete di realtà che promuovono al di fuori delle nostre città, le nostre tradizioni e la nostra cultura, nonché il nostro territorio ed è capace di convogliare a Lecco viaggiatori da tutto il mondo e persone che portano con loro un bagaglio di esperienza e di conoscenza di culture differenti".

Sabato 14 settembre
Alle ore 17.30 presso il Palazzo delle Paure di Lecco alla presenza dell’Ambasciatore della Repubblica del Rwanda parleremo di come il Paese si presenta oggi al turista, senza dimenticare le ombre dei terribili fatti che lo hanno lacerato. Un passato ancora vivo, soprattutto per chi ha vissuto quei terribili fatti nella primavera di 25 anni fa.
Alle ore 18.30 inaugureremo presso la Torre Viscontea la mostra fotografica “Rwanda, 100 more days di Giovanni Mereghetti.

Venerdì 20 settembre
“Butterfly Effect” performance tra suono e parola.
Un viaggio dove le suggestioni evocate dalla voce recitante di Simone Savogin (finalista a Italia’s Got Talent) si intrecciano con le sonorità delle musiche composte da Stefano Fumagalli.

Sabato 21 e domenica 22 settembre
I Viaggi dell’Anima – racconti di viaggio al ritmo dei propri passi – vi aspettano a Civate, Complesso di San Calocero. Andrea Mattei ci porterà da Bari a Matera lungo il Cammino Materano. Le storie di cammini e camminatori di Natalino Russo ci faranno scoprire come l’Italia sia un lungo sentiero... che Barbara Cassioli ha percorso da Livergnano a Lampedusa senza soldi alla ricerca di comunità intenzionali, di storie di cambiamento ed ispirazione.

Venerdì 27 settembre
Il fine settimana Tutto il Mondo a Lecco si aprirà con un evento presso lo spazio oTo Lab di Via Mazzuconi 12 a Lecco. Racconteremo la migrazione tra Senegal e Sicilia da differenti punti di vista presentando il progetto di documentari brevi “Senegal/Sicily” e un allestimento di foto del progetto “People of Tamba”, a cura del fotografo Giovanni Hänninen e del regista Alberto Amoretti. (Fino al 06 ottobre).

Sabato 28 e domenica 29 settembre
Andremo alla scoperta di “pezzi” di mondo attraverso il racconto di viaggiatori, presentazioni di libri, proiezione di documentari e reportage, incontri con studiosi.
Parleremo di Europa con giornalisti del Corriere della Sera che hanno curato il progetto “100 giorni in Europa”. Il fotografo e antropologo Riccardo Bononi ci porterà con le sue immagini in Madagascar.
Il conduttore di Rai Radio Tre Graziano Graziani ci svelerà i motivi per fondare una nazione. Faremo il giro del mondo in barcastop e in bicicletta.

Viaggeremo dal Caspio alla Cina e lungo la Transiberiana. Scopriremo un pezzo di Finlandia lungo il fiume Volga grazie al lavoro sul Popolo Mari del fotografo Raffaele Petralla. Cammineremo in inverno sui Carpazi con Mario Casella... e molto altro. Tanti gli appuntamenti nelle sale del centro storico, arricchiti da un Fuori Programma che prevede laboratori per adulti e bambini.

download pdf Il programma completo di Immagimondo 2019

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Settembre 1783 i fratelli Montgolfier presentano l'aerostato detto "ad aria calda" che viene innalzato alla presenza del re Luigi XVI, nei giardini di Versailles. L'aerostato prende poi il nome di mongolfiera.

 

Social

newTwitter newYouTube newFB