Lecco, 08 febbraio 2020   |  

Dal 12 febbraio “Brianza, un territorio che ci parla”

Parte la seconda edizione del corso storico-culturale che il Consorzio Villa Greppi dedica alla terra brianzola.

Screenshot 2020 02 08 Brianza un territorio che ci parla 2020

Lezioni di storia e storia dell’arte, incontri monografici su personaggi che hanno segnato momenti fondamentali del cammino storico del territorio, uscite alla scoperta dei siti più significativi. La Brianza torna a raccontarsi grazie alla seconda edizione del corso che, già dal titolo, rivela l’anima del progetto: si tratta di Brianza, un territorio che ci parla, il ciclo di conferenze in programma tra Sovico e Veduggio con Colzano e di visite guidate promosso dal Consorzio Brianteo Villa Greppi, curato dall’associazione Brig – Cultura e territorio e cofinanziato da Fondazione Comunitaria del Lecchese. Un’iniziativa partita nel 2019 e che, dopo un successo di pubblico avuto, torna quest’anno con un programma incentrato sulla storia brianzola dal Quattrocento al Seicento.

Aperto a tutti (adulti, giovani, operatori didattici e studenti), dal 12 febbraio al 13 maggio il corso prevede un totale di 11 appuntamenti e si articola in tre diversi filoni. Ci sarà spazio, innanzitutto, per le “Storie”, con appuntamenti dedicati alla vita sulle sponde dell’Adda, alla pittura e ai cantieri pittorici del periodo in questione, alla peste in Brianza tra i XVI e il XVII secolo, alla musica sacra. E poi, come anticipato, i “Luoghi e personaggi”, con focus su Leonardo, sui Promessi Sposi e su Carlo e Federico Borromeo. Infine, le attese “Uscite sul territorio”, che per questa edizione avranno per destinazione la chiesetta di Santa Margherita di Casatenovo, il convento di Santa Maria del Lavello di Calolziocorte e la chiesa di San Giorgio di Annone Brianza. A tenere le conferenze in cartellone saranno, come per la passata edizione, relatori esperti: storici, storici dell’arte, musicologi prenderanno parte, di volta in volta, a questo racconto corale dedicato alla terra brianzola.

«Per il secondo anno consecutivo – commenta Marta Comi, Presidente del Consorzio Brianteo Villa Greppi – proponiamo questo corso aperto a tutti e pensato per avvicinare i partecipanti a un territorio che ogni giorno viviamo ma che spesso non conosciamo abbastanza. Brianza, un territorio che ci parla permetterà, ancor una volta, di scoprire storia, tradizioni, arte e cultura della Brianza: una nuova conoscenza che cambierà il nostro modo di vedere questa terra meravigliosa».

«La prima edizione di questo progetto – aggiunge Laura Caspani, presidente di Brig – ha avuto un grande successo di pubblico e ci ha permesso di avvicinare i partecipanti alla storia e all’arte del nostro territorio. Rinnoviamo la proposta avvalendoci, anche quest’anno, di relatori preparati, tutti specializzati nell’ambito al centro del rispettivo intervento».

INFORMAZIONI - Tutti gli appuntamenti si terranno alle 17.30, dal 12 febbraio al 25 marzo a Sovico (nella Sala Civica Aldo Moro di viale Brianza 4) e dall’1 aprile al 13 maggio a Veduggio con Colzano (nella sala teatrale Martino Ciceri di viale Segantini 10).

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Febbraio 1931 viene varata la Amerigo Vespucci, tuttora in servizio, ed utilizzata per l'addestramento degli allievi dell'Accademia Navale di Livorno.

Social

newTwitter newYouTube newFB