Lecco, 03 ottobre 2017   |  

Da Lecco a Sondrio e poi fino ai Grigioni la Cooperazione transfrontaliera è realtà

È stata approvata in Consiglio regionale all'unanimità la legge che ratifica l'intesa di confine volta a intensificare e migliorare mobilità, attività commerciali e alberghiere.

IMG 1540

Hanno agito gruppi di lavoro misto italo-svizzeri, hanno trovato copertura economica progetti come "Dai monti ai laghi" e "Nel cuore delle Alpi", sono stati sviluppati i potenziamenti ferroviari e oggi, finalmente, in Regione ha avuto via libera all’unanimità in Consiglio la legge che ratifica l’intesa tra Regione Lombardia, Provincia di Sondrio e Cantone dei Grigioni in materia di cooperazione transfrontaliera.

L'intesa, come spiegato dal relatore Antonello Formenti(Lega Nord) ha come primo obiettivo quello di migliorare concretamente i collegamenti transfrontalieri e di sfruttare le potenzialità di mercato in termini turistici dell'area coinvolta, con la finalità di organizzare un sistema integrato di mobilità pubblica nelle rispettive regioni che migliori la libera circolazione sui territori confinanti (Cantone dei Grigioni e Province di Sondrio, Brescia, Lecco, Como, Monza e Milano). Le misure adottate e le azioni messe in campo dovranno contribuire al contenimento delle emissioni nocive e a incrementare la valorizzazione dei territori interessati con particolare riferimento al settore alberghiero e commerciale.

Parte dei progetti previsti dall’intesa, che era stata sottoscritta lo scorso 16 marzo a Tirano e che per essere operativa doveva comunque essere ratificata in apposita legge regionale, sono già stati realizzati. In particolare sono stati sviluppati i seguenti progetti: introduzione di nuove corse finalizzate al collegamento tra Milano e la Valtellina; introduzione di una nuova corsa in partenza da Milano destinata agli studenti; il prolungamento a Sondrio dell'ultima corsa della sera (ore 21.20 da Milano) e del primo treno del mattino (ore 4.30 da Sondrio) finalizzati a connettere Sondrio con il resto dei servizi transnazionali tramite l’interscambio a Milano Centrale.

Nell’ambito dei progetti Interreg che si sono susseguiti negli anni scorsi allo scopo di meglio coordinare il sistema dei trasporti pubblici sui due versanti del confine, si era già instaurata una fattiva collaborazione tra gli addetti ai lavori. Con la ratifica di questo nuovo accordo, le parti coinvolte intendono ora attivare una ancora più ampia collaborazione nella pianificazione futura delle reti di trasporto pubblico su ferro e su gomma, con particolare attenzione alla rimodulazione e allo sviluppo dell’offerta ferroviaria, all’estensione del cadenzamento orario e al miglioramento del materiale rotabile.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Ottobre 1945 viene ratificato dai Paesi firmatari lo Statuto delle Nazioni Unite dando così vita alle Nazioni Unite

Social

newTwitter newYouTube newFB