Lecco, 26 novembre 2020   |  

Creval: inattesa l'opa di Crédit Agricole

I Vertici dell'Istituto valtellinese nomineranno gli advisor finanziari e legali che assisteranno il Consiglio di amministrazione nella valutazione della proposta

AACCFcredito valtellinese

«Il Consiglio di Amministrazione di Credito Valtellinese S.p.A., riunitosi in data odierna, ha esaminato la comunicazione relativa all’Offerta Pubblica di Acquisto volontaria sulla totalità delle azioni Creval, inattesa e non concordata, promossa da Crédit Agricole Italia S.p.A. e conferito delega all’Amministratore Delegato, d’intesa con il Presidente, di nominare gli Advisor finanziari e legali che assisteranno il Consiglio di Amministrazione di Creval nello svolgimento delle attività di propria competenza».

Il comunicato ufficiale di Creval lascia intendere che i vertici della banca si stiano muovendo con cautela alla luce di quanto riferisce anche MF Dow Jones News che spiega come «un'altra opzione nelle ultime settimane sarebbe stata allo studio del ceo Luigi Lovaglio, ma che il blitz di Parigi avrebbe bruscamente bruciato.

L'identikit è quello di una banca di medie dimensioni ben posizionata nel Nord Italia, ma finora lontana dai riflettori. In ogni caso troppo presto perché Creval possa esprimersi e le prossime settimane saranno dedicate all'analisi della proposta presentata dall'Agricole (assistita da Jp Morgan e dallo studio Bonelli Erede)».

Dopo l'opa lanciata da Crédit Agricole Italia, il titolo del Credito Valtellinese è cresciuto fino a sfiorare il 4% chiudendo a 11,35 euro, vale a dire 85 centesimi in più rispetto a quanto proposto dallo stesso istituto italo francese.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newTwitter newYouTube newFB