Lecco, 06 settembre 2019   |  
Cultura   |  Lecco

Cracking Art a Lecco: rane e rondini per Villa Manzoni

Un progetto realizzato grazie a Federica Negri, Laura Gandola e Davide De Marchi che hanno ideato e organizzato l'evento.

DSCN4227

Dal 7 Settembre al 27 Ottobre, con inaugurazione sabato 7 settembre alle 18 presso la piattaforma galleggiante, arrivano in città le opere di Cracking Art Landing in Lecco: "landing" in inglese significa sia atterraggio, sia sbarco, ed è proprio partendo da questa doppia modalità che un’invasione pacifica e colorata di 36 opere d’arte raffiguranti animali, realizzate dal collettivo Cracking Art, prenderà dimora in alcuni punti caratteristici della cittadina lariana coinvolgendo lo spettatore, sia esso adulto o bambino, in una favola contemporanea che invita a riflettere su tematiche universali come la rigenerazione, la natura e il paesaggio.

DSCN4224Rondini giganti in piazza Diaz, piazza XX Settembre, piazza Manzoni e piazza Cermenati e rane oversize nella piazzetta del centro commercialeIsolago, in via Anghileri e sulla piattaforma galleggiante panoramica del lungolago daranno un'immagine diversa e contemporanea alla nostra città, nota per le vicende manzoniane.

L’evento nasce grazie all'iniziativa di tre giovanissimi studenti del corso di Economia e Gestione dei Beni Culturali e dello Spettacolo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, supervisionata dalla professoressa Marta Massi: Federica Negri, Laura Gandola e Davide De Marchi hanno partecipato e vinto il business game proposto da Cracking Art a cui erano stati invitati a partecipare gli studenti del corso, nel quale si invitava a proporre e pianificare un’installazione del collettivo.

DSCN4225Durante lo stage presso la sede del collettivo artistico hanno poi messo in pratica quanto ideato, fino a raggiungere l’obiettivo che si erano proposti, ovvero l’installazione nella città di Lecco.

“Il progetto, che vuole dare risalto alla bellezza e alle peculiarità della città attraverso un linguaggio nuovo e coinvolgente, è stato subito appoggiato dall’amministrazione comunale – sottolinea l’assessore alla cultura del Comune di Lecco Simona Piazza - proprio per il suo spirito di innovazione e di collaborazione a favore di iniziative che mettono in dialogo fertile il pubblico e il privato, nonché con la finalità di valorizzare e promuovere le progettualità giovanili.

Non solo, questa iniziativa ci consente di attivare un’ulteriore possibilità di finanziamento per il restauro della cappella e della sagrestia di Villa Manzoni, grazie anche al sostegno e al contributo della Fondazione Comunitaria del Lecchese onlus. Cracking art ci ha fornito pertanto la possibilità di creare una nuova rete di soggetti uniti dal desiderio di contribuire alla riqualificazione di uno dei più importanti beni culturali patrimonio della nostra città e di raggiungere così uno degli obiettivi che la nostra amministrazione si era posta”.

DSCN4235Il progetto ha preso vita, oltre che con il contributo dell’amministrazione comunale, grazie all’intervento di generosi sponsor e donatori che hanno sostenuto l’iniziativa. A dare ulteriore senso e valore all’iniziativa, verrà attivata una raccolta fondi tramite la vendita di minisculture, messe a disposizione da Cracking Art nell’ambito del suo progetto L’Arte Rigenera l’Arte, il cui ricavato (200 piccole rane in vendita a 25 euro l'una) verrà interamente destinato ai lavori di restauro della Cappella di Villa Manzoni.

Un impegno concreto di rigenerazione del patrimonio storico che possa lasciare un segno positivo sul territorio.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Settembre 1783 i fratelli Montgolfier presentano l'aerostato detto "ad aria calda" che viene innalzato alla presenza del re Luigi XVI, nei giardini di Versailles. L'aerostato prende poi il nome di mongolfiera.

 

Social

newTwitter newYouTube newFB