Costa Masnaga, 16 maggio 2018   |  

Costa Masnaga: mercatino di piante e fiori per il progetto di ortoterapia di Villa Beretta

Una volta alla settimana, per l’intero anno scolastico, gli studenti vanno a “vivere in clinica” a Costa Masnaga.

Progetto Ortoterapia a Villa Beretta studenti Agraria San Vincenzo pazienti ed equipe medica

Si terrà sabato 19 maggio dalle ore 15 alle ore 19 a Costa Masnaga (Lc), presso il Presidio dell’Ospedale Valduce “Villa Beretta” in via Nazario Sauro 17, un mercatino di piante e fiori con il duplice scopo di raccogliere fondi e promuovere l’innovativo progetto di ortoterapia realizzato dalla Scuola di Agraria dell’Istituto San Vincenzo di Albese con Cassano (Co) in collaborazione con il Centro di Riabilitazione “Villa Beretta”.

Per l’intero pomeriggio, al banco vendita predisposto all’ingresso, sarà possibile acquistare con un’offerta libera piante aromatiche e orticole, fiori per balconi e giardini. Saranno presenti gli studenti e i professori della Scuola di Agraria San Vincenzo, l’équipe del Progetto di Ortoterapia del centro di eccellenza in ambito riabilitativo e alcuni pazienti. I fondi raccolti durante il mercatino saranno destinati al Progetto Ortoterapia, pensato per essere un’occasione di crescita sia per i ragazzi dell’Istituto San Vincenzo sia per i pazienti della struttura di Costa Masnaga, già in una fase avanzata di riabilitazione, che vi partecipano.

Il progetto di Ortoterapia, partito lo scorso settembre, è una proposta nuova e terapeutica che coinvolge i ragazzi di IV IPSA (Istituto Professionale dei Servizi per l’Agricolutra e lo sviluppo rurale) della Scuola di Agraria San Vincenzo e alcune persone con problematiche derivanti da disabilità determinate da malattie congenite o acquisite ricoverate presso “Villa Beretta”.

Una volta alla settimana, per l’intero anno scolastico, gli studenti vanno a “vivere in clinica” a Costa Masnaga. La mattina fanno lezioni teoriche di Orticoltura con docenti della Scuola di Agraria dell’Istituto di Albese (Roberto Ballabio, Stefano Corradi e Andrea Missaglia) e lezioni con la Dottoressa Silvia Aggujaro, neuropsicologa di “Villa Beretta”. Nel pomeriggio, invece, spazio all’attività pratica in serra e nel parco della struttura, con e senza i pazienti ricoverati.

I ragazzi di IV IPSA entrano in contatto con i disabili (adulti affetti da cerebrolesioni acquisite in fase post-acuta e persone che a seguito dell’evento morboso presentano deficit motori e cognitivi) e si mettono alla prova in prima persona. Con un lavoro sugli odori, i colori e la manualità, hanno un ruolo attivo nella riabilitazione dei pazienti, grazie a fisioterapisti, terapisti della riabilitazione cognitiva e neuropsicologhe che li accompagnano nelle loro attività con un ruolo di affiancamento, supervisione e sostegno pratico ed emotivo.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Novembre 2009 la Nasa (l'Ente spaziale statunitense) annuncia ufficialmente che c'è acqua in quantità elevata sulla luna

Social

newTwitter newYouTube newFB