Lecco, 23 febbraio 2020   |  

Coronavirus: a Oggiono, Garlate, Missaglia, Civate e Casatenovo stop al Carnevale

Stesso provvedimento preso anche a Lecco, Paderno, Robbiate, Verderio e Merate.

CroppedImage720439-carnevale-carenno-14

A seguito delle direttive ministeriali della serata del 22 febbraio 2020 con cui si sospendono le manifestazioni sportive di ogni ordine, disposizioni restrittive che per la prima volta interessano tutto il territorio lombardo, misure volte al contenimento della diffusione dell'infezione da Coronavirus, i sindaci di Oggiono, Garlate, Missaglia, Civate e Casatenovo, dopo confronto con la Prefettura, hanno deciso cautelativamente la sospensione delle sfilate di Carnevale previste oggi.

Stesso provvedimento preso anche a Lecco, Paderno, Robbiate, Verderio e Merate.

"Non sono segnalati casi di infezione nei nostri territori per cui al momento non vi sono ulteriori disposizioni restrittive nei nostri Comuni. La misura s'inserisce esclusivamente nel percorso di azioni coordinate tra gli enti pubblici in questi giorni, azioni volte alla cautela ed alla prevenzione", spiegano Chiara Narciso, Sindaco di Oggiono, Giuseppe Conti, Sindaco di Garlate, Bruno Crippa, Sindaco di Missaglia e Filippo Galbiati, Sindaco di Casatenovo.

"E’ stata una decisione difficile- commenta il sindaco Narciso -  ben conoscendo il grande lavoro degli organizzatori e di tutti quelli che si impegnano per realizzare questa manifestazione. Tuttavia abbiamo ritenuto che, in questa situazione di grande incertezza, dovesse prevalere un principio di maggior tutela della salute nei confronti di tutti i nostri cittadini. La decisione è stata presa dopo aver sentito il parere delle autorità competenti e in accordo con i Sindaci degli altri Comuni del territorio dove erano previste manifestazioni dello stesso genere.

Vogliamo di nuovo ribadire, per tranquillizzare tutti, che non è stato segnalato nessun rischio specifico ma si tratta di una scelta esclusivamente di tipo preventivo. La manifestazione non è annullata, ma rinviata ad una nuova data quando la situazione sarà più chiara e tranquilla. Sicuri che comprenderete il senso di questa scelta, siamo certi che sarete presenti numerosi, gioiosi e soprattutto sereni come si conviene in un’occasione di festa, alla data in cui recupereremo la nostra bellissima sfilata".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

8 Aprile 1848 il battaglione San Marco ha il suo battesimo del fuoco a Goito. Lo stesso giorno entra in azione anche il neonato corpo dei Bersaglieri.

Social

newTwitter newYouTube newFB