Barzago, 16 giugno 2018   |  

Cordoglio per la morte del Sindaco di Barzago Mario Tentori

di Italo Allegri

Al temine della Messa vespertina di questa sera sabato 16 giugno, il parroco di Barzago ha dato il triste annuncio dell’improvvisa morte del Sindaco Mario Tentori.

Mario. Tentori IMG 3141 c

Questa sera sabato 16 giugno al termine della Messa vespertina, verso le ore 19.00, mentre la chiesa si svuotava e parte dei fedeli erano già usciti da chiesa, il parroco di Barzago don Marco Tagliabue è tornato immediatamente all’ambone per comunicare la triste notizia della morte improvvisa del Sindaco Mario Tentori, invitando i presenti alla recita di una preghiera di suffragio.

Si è diffuso un profondo senso di incredulità e di sconforto e la notizia ha raggiunto immediatamente anche quanti stavano sul sagrato, mentre i lenti e gravi rintocchi della campana che suonava a morto diffondevano l’annuncio funebre per l’intero paese. In quel paese che Mario ha servito per tanti lunghi anni di impegno civile profuso nell’Amministrazione comunale, prima come consigliere poi, per diverse legislature, come primo cittadino. Il Comune era la sua seconda casa, sottostante proprio al campanile che oggi ne ha annunciato la morte.

Della sua malattia ne aveva parlato pochi giorni fa dalle colonne di Informando Barzago con questa parole: «Cari cittadini, come sempre, approfitto di questo spazio per condividere con voi qualche riflessione in merito alla vita del nostro paese. Prima, però, vorrei rubare qualche riga per parlarvi della mia situazione. Come saprete, ho dei problemi di salute: mi è stato diagnosticato un tumore al polmone sinistro, mi sto curando e spero di riprendere presto le forze e stare meglio. In questo momento, per me è difficile conciliare le terapie con gli impegni comunali e dovrò, mio malgrado, assentarmi spesso. Per un po’ di tempo non mi vedrete in giro per il paese, in comune e probabilmente non potrò partecipare a molte delle iniziative estive. Le cose da fare sono sempre molte, comunque, e continuo da casa a contribuire come meglio posso. Sono certo che comprenderete la situazione e vi ricordo che in caso di necessità potete contattare il Vicesindaco Daniela Bonfanti, gli assessori e i consiglieri».

Nessuno però avrebbe pensato che il decorso della malattia potesse essere così repentino e il male tanto aggressivo.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Dicembre 1860 la Camera dei Deputati del Regno di Sardegna viene sciolta per consentire l'elezione del primo Parlamento italiano.

Social

newTwitter newYouTube newFB