Lecco, 09 gennaio 2017   |  

Consiglio provinciale: il Pd arretra, maggioranza a rischio

La lista che sostiene Polano scende da 8 a 5 consiglieri, contro i sette delle minoranze.

villalocatelli

L’Ufficio Centrale Elettorale della Provincia di Lecco ha provveduto a proclamare l’elezione dei 12 Consiglieri provinciali:
- per la Lista "Democrazia è Partecipazione" (1 seggio) Sergio Brambilla;
- per la Lista "Libertà e Autonomia" (3 seggi) Mattia Micheli, Antonio Leonardo Pasquini e Alfredo Casaletto;
- per la Lista "Provincia Insieme" (5 seggi) Luigi Comi, Mauro Galbusera, Bruno Crippa, Giuseppe Scaccabarozzi e Marinella Maldini;
- per la Lista "Lega Nord-Forza Italia-Fratelli d’Italia" (3 seggi) Stefano Simonetti, Claudia Ferrario ed Elena Zambetti.

Per il Consiglio provinciale hanno votato 808 elettori, pari al 77,02% degli aventi diritto al voto (1.049), con 796 voti validi, 3 schede bianche, 9 schede nulle.

Dunque la lista di ispirazione Pd, che sostiene apertamente il presidente provinciale Polano, scende da 8 consiglieri a 5 sui 12 totali. Un seggio guadagnato per entrambe le liste di centrodestra che salgono a 3 ciascuno. Entra in consiglio invece la lista di sinistra, pur con un esponente fuoriuscito dalla scorsa maggioranza.

Il Pd dunque per mantenere il controllo del Consiglio provinciale dovrà trovare un accordo con almeno una forza di minoranza.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Maggio 1992 a Palermo si celebrano i funerali di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e dei tre agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, vittime della Strage di Capaci

Social

newTwitter newYouTube newFB