Bulciago, 13 ottobre 2018   |  

Consegnato a Bulciago il pulmino per trasporto persone fragili: un sogno realizzato

di Italo Allegri

Un sogno realizzato per il Comune di Bulciago quello di un nuovo pulmino per il trasporto dei più fragili. In meno di nove mesi raccolti i fondi necessari. Sabato 13 ottobre è stato consegnato il mezzo con 9 posti e 2 carrozzine.

01 IMG 1132

È un super ringraziamento quello rivolto dagli Amministratori di Bulciago agli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione di un sogno: quello di provvedere un nuovo mezzo di trasporto attrezzato per le persone affette da disabilità o anziane. Lanciato il progetto nel mese di febbraio, nell’arco di soli nove mesi è stato possibile condurlo a termine. E così sabato 13 ottobre si è celebrata la consegna del nuovo mezzo all’associazione Terza Età di Bulciago, che già da diversi anni presta il proprio servizio a favore delle persone più fragili.

La prima parte della cerimonia si è svolta nella piazzola del parcheggio comunale, antistante l’area del mercato, così che tutti i presenti – ed erano tanti – hanno potuto vedere il nuovo pulmino.

«Diamo inizio con immenso piacere e veramente tanta emozione – esordisce l’assessore e Vicesindaco Raffaella Puricelli – all’inaugurazione di un mezzo che è un sogno per la nostra comunità, reso possibile grazie all’impegno e alla responsabilità sociale di tutti voi imprenditori, industriali, artigiani, commercianti, studi professionali e anche qualche cittadino, che ha fatto una donazione autonoma personale. Un immenso grazie che non ha dimensioni, infinito: davvero! Questo è il risultato del vostro impegno. Ad usarlo saranno in tanti: non solo i cittadini di Bulciago, ma anche dei comuni di Cassago, di Costamasnaga e di Nibionno, amministrazioni con le quali abbiamo stipulato una convenzione con capofila il Comune di Bulciago, che rende possibile concretamente il trasporto grazie all’impegno dell’Associazione Terza età di Bulciago, oggi rappresentata dalla Vicepresidente Grazia e dal presidente Sandro Galbusera che, per motivi personali non ha potuto essere presente».

Prende poi la parola il parroco della Comunità pastorale don Marco per la benedizione del mezzo, rammentando l’azione compiuta dal buon samaritano, che soccorre il malcapitato incontrato e lo porta alla locanda prendendosi cura di lui. Quindi l’augurio che «questo mezzo faccia un po’ le veci di quell’asinello che porta alla locanda coloro che hanno bisogno, perché sono prossimi, ci sono vicini; credo che sia una cosa che fa onore l’attenzione agli ultimi e di chi è prossimo, appunto, per andare non nella locanda, ma in posti dove si deve essere assistiti; la benedizione dunque è sia al mezzo ma, soprattutto, a tutti coloro che hanno attenzione per gli ultimi».

Foto di gruppo innanzi al pulmino, quinti tutti nella vicina Sala consiliare per la consegna delle targhe agli sponsor presenti, mentre agli assenti impegnati nel quotidiano lavoro sarà consegnata personalmente dagli amministratori nei prossimi giorni.

Il sindaco Luca Cattaneo ringrazia la cittadinanza: «Abbiamo realizzato finalmente questo sogno. Raffaella ha usato la parola giusta, perché quando siamo partiti, qualche mese fa, ci sembrava un traguardo veramente difficile da raggiungere. Più che altro perché siamo in un momento in cui le aziende fanno fatica a partecipare e a dare contributi, perché comunque la realtà economica non è delle più rosee. Per cui doppio grazie, perché l’attenzione al sociale non è scontata per un imprenditore dell’azienda: soprattutto nel momento attuale. Il bilancio del Comune è magari come quello di qualche famiglia, di qualche azienda, è una coperta molto corta per cui riuscire ad acquistare un mezzo del genere, come Comune, sarebbe stato veramente difficile». E rammenta il Primo cittadino: «Quando abbiamo avuto l’idea, grazie al nostro consigliere comunale Nicola Corsaro, di muoverci in questo modo, ci sembrava irrealizzabile. Invece oggi siamo qui a inaugurare un mezzo che è bellissimo e sarà sfruttato dalle persone più fragili non solo del nostro paese, ma di una comunità più ampia: Cassago, Nibionno Costa; un bacino di utenti importante. Il mezzo può portare 2 carrozzine, non una sola, proprio per questo motivo: perché sfrutteremo il mezzo con più comuni per poter arrivare a La Nostra Famiglia e Ponte Lambro, località dove portiamo i disabili con 2 carrozzine. Ciò non è scontato, perché nessun Comune oggi ha un mezzo dotato di questa possibilità, avremmo dovuto portare le persone con 2 mezzi diversi, 2 persone, quindi concentrare questa cosa mi sembrava una soluzione intelligente e abbiamo potuto farlo grazie a voi».

L’ultima riflessione: «Le targhe sono una sessantina e questo vuol dire che siete stati in tanti a partecipare: chi più chi meno, abbiamo raggiunto questo traguardo. Qualche settimana fa con don Marco eravamo ai Morti dell’Avello e anche li ho ribadito il concetto che ci tengo a ribadire anche oggi. Nei piccoli paesi, nelle piccole comunità, le cose grandi, belle, si fanno meglio tutti insieme: l’unione fa la forza; è l’unico modo per raggiungere traguardi così ambiti e l’unione fa la forza ancora di più quanto i beneficiari sono le persone più fragili, quindi veramente grazie ancora a tutti».

Interviene la Vicepresidente dell’Associazione Terza Età, Grazia, che coordinerà i volontari dei quattro comuni partecipanti all’iniziativa per il trasporto di una cinquantina di persone nell’arco della settimana: «Parlo a nome del Presidente impossibilitato ad essere presente, ma ci teneva tanto a ringraziare il Comune per questo mezzo, che ci ha messo a disposizione per poter fare meglio ancora il nostro lavoro e far sì che i ragazzi si sentono sicuri nel trasporto. Ringrazio anche gli sponsor, perché senza di loro questa bellissimo furgone non avrebbe potuto esistere, per cui noi daremo tutta la nostra disponibilità, tutto il nostro amore per questo servizio che ci piace svolgere».

Consegna delle targhe agli sponsor presenti e conclusione di Donatella Gerosa, responsabile commerciale di “Pulminoamico”, azienda che si occupa di dare aiuto ad anziani e disabili che non possono muoversi da soli. L’obiettivo era di acquistare un mezzo con 9 posti atto ad accogliere 2 carrozzine ed è stato pienamente raggiunto! In tempi molto brevi grazie anche alla sollecitudine con cui ha svolto il suo ruolo: «Capiamo sempre di più che unendo sinergicamente la volontà degli imprenditori, degli assessori, mio, siamo riusciti a recuperare con grande soddisfazione il pulmino, perché gli anziani hanno sempre più bisogno della nostra solidarietà».

Di seguito i nomi degli sponsor che hanno aderito all’iniziativa. Alcuni di loro hanno messo il proprio logo sul pulmino, altri hanno dato il contributo senza esporlo.

 

VOF Valsecchi Alvaro Onoranze Funebri Srl

Pielle di Donghi Ester & C. Snc

Corti Snc di Giussani Oscar & Walter

Studio Tecnico Associato Triusu

Fratelli Ramaj Snc di K.L.G. Ramaj

Farmacia Castellani Snc della Dott.ssa Teresa Castellani Corradi & C.

P e R Arredare di Riva Piero & C. Sas

Farmacia Astoli Dott. Francesco

FFF Srl

Imatex Spa

Bonfanti Simone & C. Sas

Cave Satima Srl

Cereda srl

Mode Srl

Hansi Italia Srl

Autotrasporti Zini Srl

Officina e Carrozzeria Viganò di Viganò Daniele

F.lli Limonta Srl

Pelucchi Tarcisio Snc

Camauto Srl

B&P Autoricambi Srl

Atelier Archiand Srl

A.G.M. Corporations Srls

Officina Fumagalli Pierino Snc di Roberto e Ambrogio Fumagalli

Colombo Annibale Srl

Emmegi Srl

Saini Claudio

Ruffo Michele

Panzeri Spa

Cazzaniga Giuseppe

Sapul Sas di Longhi Giacomo & C.

Cazzaniga Srl

Union Chef Srl

Sitab P.E. Spa

Stedil Costruzioni di Salvatore Festini

Woodtech Italia Srl

Rosval Srl

HNG Srl

Quorum srl

Carrozzeria Dornetti Alessio

C.E.F.A.M. Srl

F.V. Lariana Carrelli Srl

Unicar Spa

Rossini della Quercia Spa

Carrozzeria Sironi Sergio e Enrico Snc

Emmetre Srl

Prosetex Spa

C.F.E. Italia di Fumagalli Corrado

Simon Building Srl

Mario Sirtori Spa

Colombo Trasporti Srl

 

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Novembre 1877  Thomas Edison annuncia l'invenzione del fonografo, un apparecchio che può registrare suoni. Questa invenzione permetterà poi l'utilizzo di apparecchi per la riproduzione del suono.

Social

newTwitter newYouTube newFB