Casatenovo, 04 agosto 2017   |  

Conclusa la 67 edizione della fiera zootecnica di Rogoredo

Cinque giorni intensi per tutti i partecipanti, espositori e visitatori, con numerose iniziative, attività, presentazioni, premi e convegni

DSC05556

Si è conclusa, con la serata evento del 1 agosto tra musica, balli country e i tradizionali giochi pirotecnici, la 67a edizione per la Fiera Zootecnica di Rogoredo, detta di San Gaetano, realizzata con il patrocinio del comune di Casatenovo, Provincia di Lecco e Settore Agricoltura di Regione Lombardia.

Ecco i numeri estratti, al termine della fiera, associati alle tessere abbonamento: 281 – 542 – 985 – 129 – 582, i cui possessori vincono un buono di euro 200 da spendere presso la Cooperativa Lavoratori della Brianza, Macelleria Ratti, DF Sport Specialist, Millepiedi e Rex Supermercati.

La Fiera Zootecnica ha stimato quest’anno presenza di 30.000 visitatori e questo rappresenta un ottimo traguardo per una manifestazione storica.

La kermesse di Rogoredo è di fatto riconosciuta come l’evento estivo più atteso e partecipato della Brianza, con le mostre permanenti (bovine, equine, caprine, suine e ovine), la mostra cunicola interprovinciale, il campionato italiano di taglialegna, le gare di Fast Pulling, le mostre canine, gli stand con i prodotti del territorio, l’esposizione di macchine agricole. Senza dimenticare l’apprezzatissimo servizio ristorazione con un ottimo rapporto qualità-prezzo, lo street food locale, i produttori eccellenti del territorio (come ad esempio il miele biologico o lo zafferano padano) e decine di momenti di intrattenimento, offerti gratuitamente, tra spettacoli serali, eventi e laboratori pensati anche per i più piccoli.

Grande novità sono stati senza dubbio i convegni, introdotti nel programma per la prima volta.

Tre giorni dedicati a temi di approfondimento e riflessione che hanno raccolto attorno al tavolo dei relatori un pubblico attento ed interessato, prevalentemente formato da rappresentanti ed operatori del settore. In sintesi, i temi discussi sono stati “Nuove disposizioni legislative a garanzia dei cittadini e a tutela di allevatori e produttori” sull’etichettatura di latte e formaggi, il decreto del governo dice basta al falso made in Italy e tutela i prodotti genuini e locali, “Qualità e benessere” a cura associazioni, consorzi e aziende agrituristiche del territorio.

Ha concluso la programmazione dei convegni “3 Cori per una stalla” che ha visto la partecipazione di Marianna e Giovanni Paris, allevatori di Ussita (MC), Marco Pellegrini segretario Corpo Volontario Protezione Civile della Brianza Casatenovo e il cav. Luigi Fasani Istruttore tecnico capo area Corpo Volontario Parco del Ticino. Assente giustificato Giuseppe Zamberletti ex Ministro e padre fondatore della moderna Protezione Civile che è intervenuto telefonicamente salutato da un caloroso applauso.

A causa del sisma di fine agosto 2016 la famiglia Paris ha subito un gravissimo danno sia alla propria abitazione che alla struttura che ospitava il loro bestiame, patrimonio di famiglia e unica fonte di reddito. Tra mille difficoltà i due fratelli e parte degli animali sono riusciti a superare la stagione più fredda con grande tenacia e coraggio. La coop. Il Trifoglio ha deciso, in Aprile, di sostenere concretamente questa attività con un evento musicale benefico e una raccolta fondi. La loro presenza al convegno, il loro racconto e le immagini proiettate sono stati una testimonianza toccante per il pubblico presente e, nel contempo, anche un grande messaggio di speranza e positività.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Ottobre 1866 – Annessione attraverso plebiscito del Veneto, a seguito della sua cessione dalla Francia all'Italia avvenuta il 19 ottobre 1866

Social

newTwitter newYouTube newFB