Lecco, 13 giugno 2019   |  

Comune di Lecco: Oneri ridotti per chi effettua interventi di rigenerazione urbana

Nuove misure comunali per incentivare gli interventi edilizi rigenerativi

Approvate dal Consiglio comunale di Lecco nel corso dell'ultima seduta di giugno, le modifiche alla determinazione del contributo di costruzione rappresentano misure concrete, atte a incentivare, laddove possibile, interventi edilizi di tipo rigenerativo nel contesto urbano.

È stata infatti introdotta, per gli interventi che prevedono la demolizione o la ricostruzione di edifici con la stessa volumetria dei preesistenti, una riduzione del 50% degli oneri di urbanizzazione. Il Consiglio comunale ha inoltre approvato la decisione di non applicare alcuna maggiorazione al contributo di costruzione dovuto per gli interventi di recupero abitativo dei sottotetti.

Le nuove tariffe si applicano alle pratiche che saranno presentate a partire dal 1° luglio 2019.

"La decisione assunta dal Consiglio comunale di approvare la riduzione degli oneri di urbanizzazione è un chiaro segnale della volontà di favorire, laddove possibile, gli interventi di rigenerazione urbana di qualità, in un momento in cui bisogna fare scelte sostenibili per ridurre il consumo di suolo, con un occhio di riguardo ai casi in cui l'efficientamento energetico degli edifici diventa più performante se si decide di procedere con una demolizione e una riscostruzione, piuttosto che con una riqualificazione dell'esistente - commenta l'assessore all'edilizia privata del Comune di Lecco Gaia Bolognini.

Pochi altri Comuni si avvalgono della possibilità di ridurre il contributo per gli oneri di urbanizzazione (solo per fare due esempi, cito Milano e Bergamo). La realtà è che questa scelta è un provvedimento concreto atto a fare sì che il termine rigenerazione non rimanga astratto. La speranza è che alle deliberazione possano seguire interventi, magari su capannoni dismessi, che altrimenti non potrebbero essere avviati anche per ovvi motivi economici, consapevoli che in questo modo il Comune rinuncia a una fetta considerevole di entrate, utilizzate in prevalenza per investimenti sulla città.

Un segnale altrettanto forte, soprattutto considerando la tipologia edilizia della nostra città, è dato dalla decisione di non applicare una maggiorazione dei contributi in caso di recupero abitativo dei sottotetti: questo significa andare incontro alle esigenze delle famiglie, che spesso trovano in questi interventi la soluzione per aggiungere una stanza in più alla propria casa. Ringrazio i consiglieri per aver deliberato quasi all'unanimità su questi temi" .

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Ottobre 2003 a Roma, in piazza San Pietro viene beatificata Madre Teresa di Calcutta.

Social

newTwitter newYouTube newFB