Civate, 01 gennaio 2017   |  

Civate: i carabinieri salvano un 30enne sul ponte d'Isella

Un 30enne, in stato confusionale, minacciava di compiere un gesto estremo.

arresto carabinieri

Nella tarda mattinata del 30 dicembre 2016, in località Isella del comune di Civate, una pattuglia del Nucleo Operativo Radiomobile Carabinieri di Lecco interveniva nei pressi del cavalcavia poiché un uomo di 30 anni residente a Civate, verosimilmente per motivi sentimentali, aveva scavalcato la recinzione del ponte che sovrasta la SS.36, si sporgeva nel vuoto e contemporaneamente realizzava con il proprio telefono cellulare un video, per testimoniare il gesto, che poi postava su un social network.

L’immediato intervento delle pattuglie dei Carabinieri di Lecco e della Stazione di Valmadrera, consentiva ai militari di avvicinarsi al 30enne da entrambe le direzioni di accesso al ponte e di avviare con lo stesso un colloquio durante il quale, dopo avere cercato più volte di farlo desistere dall’insano gesto, approfittando di un momento di distrazione, i Carabinieri lo afferravano dagli abiti e lo riportavano sulla sede stradale evitando il peggio.

Il giovane, in evidente stato confusionale, veniva tranquillizzato dai Carabinieri e da un operatore della polizia locale di Civate, nel frattempo giunto sul posto dopo essere stato avvisato da un automobilista, e veniva successivamente affidato alle cure dei sanitari del 118.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Dicembre 1294 papa Celestino V abdica, compiendo il dantesco Gran Rifiuto

Social

newTwitter newYouTube newFB