Lecco, 29 maggio 2019   |  

Al Poli la cerimonia di laurea per l’Università dei bambini

L’evento rappresenta il coronamento del corso universitario a misura di bimbo proposto dal Polo territoriale di Lecco

Schermata 2019 05 29 alle 09.42.49

Siamo certo abituati alle cerimonie di laurea che scandiscono l’anno accademico e animano gli spazi del campus regalando una bella atmosfera di festa…ma quello che si è svolto ieri pomeriggio in aula magna è stato senza dubbio un evento senza precedenti...non la solita cerimonia e non i soliti laureandi! A essere investiti del titolo di “cittadini responsabili” sono stati infatti i 43 alunni della scuola primaria C. Battisti di Acquate che hanno raggiunto l’ambito traguardo del diploma di laurea POLIS - la città sostenibile.

L’evento rappresenta il coronamento del corso universitario a misura di bimbo proposto dal Polo territoriale di Lecco con il coordinamento di Silvia Annaratone e che ha previsto 9 laboratori sul tema della città sostenibile declinato in cinque macro-aree: ambiente, energia, mobilità, persona e alimentazione. Il percorso, iniziato a dicembre con tanto di immatricolazione, pagamento in POLISoldi delle tasse di iscrizione e consegna di libretto universitario, ha visto i bambini partecipare a lezioni e laboratori interattivi studiati con l’intento di avvicinarli all’affascinante mondo della scienza e della tecnologia, accrescere il loro senso di “cittadinanza responsabile” e mostrare loro l’Università come un luogo accessibile a tutti, purché se ne rispettino le regole. I giovani laureati nel corso dei mesi hanno avuto un bel da fare, spaziando tra lezioni di cucina, nozioni di efficientamento energetico, modellazione digitale 3D, aerodinamica, strategie di mobilità sostenibile, buone pratiche per il riciclo dei materiali e monitoraggio ambientale.

“La risposta dei bambini è andata anche oltre le nostre più rosee aspettative.” - ha dichiarato Silvia Annaratone - “La curiosità che hanno mostrato di fronte a ogni lezione dei vari Signor Perché e l’entusiasmo con cui hanno lavorato e collaborato fra loro durante i laboratori hanno ripagato dello sforzo profuso tutti coloro che hanno partecipato all’organizzazione.” Alla buona riuscita di questo progetto hanno contribuito infatti, oltre ai conduttori dei laboratori, diverse figure, a cominciare dallo staff organizzativo del Polo di Lecco fino ai numerosi studenti volontari del campus che hanno assistito e aiutato i bambini in alcune fasi delicate del processo. “Senza di loro” – ha aggiunto Silvia Annaratone - “il progetto non avrebbe potuto realizzarsi. Per non parlare del contributo fondamentale delle maestre che hanno lavorato gomito a gomito con il Politecnico affinché questo progetto non rimanesse confinato alle quattro mura del Campus, ma continuasse a vivere anche fra i banchi di scuola”.

Tra le tante iniziative delle maestre delle due classi quinte di Acquate c’è stata anche la redazione insieme ai bambini di una serie di cartelloni ciascuno dedicato a un laboratorio. La descrizione di questi cartelloni da parte dei bambini divisi in gruppetti è stata la loro discussione di tesi di laurea. Ieri pomeriggio, i genitori e parenti accorsi, hanno visto i loro piccoli muoversi come esperti laureandi mentre illustravano le foto, i disegni e le scritte presenti sui cartelloni. C’è chi ha raccontato come si sono inventati dei nuovi tipi di sharing (come il boat sharing per attraversare il lago o il baloon sharing per andare tutti insieme al lavoro in mongolfiera), chi ha recitato la filastrocca creata in classe per testimoniare che le difficoltà si possono superare, chi infine ha spiegato il significato di un disegno in cui un globo terrestre da una parte riceve doni come l’energia pulita e la sostenibilità e, dall’altra, butta fuori inquinamento, spreco energetico e traffico.

“Si conclude oggi in modo festoso un’esperienza fruttuosa per i nostri alunni” - afferma Monica Redaelli, coordinatrice delle maestre della Scuola Cesare Battisti - “Il percorso effettuato durante l’intero anno scolastico li ha sempre visti interessati e coinvolti. Nelle lezioni con il Sig. Perché hanno avuto modo di esplicitare le loro domande e curiosità, ottenendo risposte chiare e alla loro portata, su argomenti non sempre facili e conosciuti. Nei laboratori - continua maestra Monica - hanno poi sperimentato a tutto raggio, mettendosi in gioco con le emozioni, con la gestualità e con la manualità. Sono stati momenti scolastici formativi dove i diversi stili di apprendimento e le competenze di ognuno hanno avuto modo di emergere e di essere attivate per il raggiungimento di un risultato corale. Ci auguriamo che questa proposta del Poli diventi un’abitudine per le nostre scuole, un modo fattivo e sinergico per crescere davvero insieme i futuri cittadini responsabili”.

Dopo la discussione i piccoli laureandi, con il loro tocco in testa e il logo POLIS sulle magliette, sono andati uno per uno a ricevere il diploma di laurea dalle mani di Manuela Grecchi, Prorettore Delegato del Polo territoriale di Lecco, per l’occasione in toga d’ordinanza. “E’ stata una cerimonia bellissima!” - ha esclamato il Prorettore - “Abbiamo «laureato» 43 cittadini responsabili, da oggi ufficialmente giovani ambasciatori di buone pratiche per la città del futuro. La sostenibilità è un tema attuale e complesso a cui è rivolta la massima attenzione a livello globale, ma la sostenibilità può e deve partire da noi, dalle nostre vite e dalle nostre azioni quotidiane. E’ proprio questo che abbiamo cercato di trasmettere ai bambini che si devono sentire protagonisti attivi di un mondo migliore, vivibile e accessibile. Nel corso dei mesi ho avuto modo di confrontarmi con i colleghi, i Signori Perché dei laboratori che si sono susseguiti, e ognuno di loro ha vissuto questa esperienza con entusiasmo rimanendo a volte davvero colpito dalla creatività dei giovani allievi, dalla capacità di analisi e di trovare soluzioni ai vari temi proposti. Ringrazio Silvia Annaratone, coordinatrice del progetto, i bambini, la Dirigente e tutte le maestre della scuola C. Battisti che hanno accolto con entusiasmo la nostra proposta e che hanno creduto nel valore formativo dell’iniziativa dedicandoci tempo e attenzione”.

I laboratori del percorso:
• IO con, IO senza. Le fortune che non so di avere - Laboratorio mobilità a cura di Associazione “TRAMM” di Garlate
• Vicini per davvero - pratiche per non sentirsi lontani anche da vicini - Laboratorio sulla competenza emotiva a cura del Centro Clinico “La Girandola” di Muggiò
• Architettura che non inquina - Laboratorio sull’efficienza energetica degli edifici a cura di Gabriele Masera docente di Sustainable Building Technologies presso il Polo territoriale di Lecco
• PROGETTISTI 2.0 - Progettiamo con TINKERCAD - Laboratorio di progettazione digitale a cura di Giuseppe Martino di Giuda docente di Ergotecnica e Sicurezza del Polo territoriale di Lecco
• MOST&CO - Mobilità SosTenibile e COnsapevole - Laboratorio sulla mobilità sostenibile a cura di Giovanna Marchionni del Laboratorio Mobilità e Trasporti del Polo territoriale di Lecco
• Furbate in cucina - Laboratorio Alimentare a cura dell’Associazione “The Cooking Factory” di Milano
• Mi riciclo - Laboratorio Riciclo a cura dell’Associazione “Una casa sull’albero” di Milano, Enrico Barone e Mirko Torino
• La forza del vento - Laboratorio sulle funzioni del vento a cura di Paolo Schito del Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Milano
• Investigatori dei fiumi, le olimpiadi dei torrenti - Laboratorio sul dissesto idrogeologico a cura di Davide Brambilla, responsabile disseminazione per il progetto SMART-SED Polo territoriale di Lecco

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Giugno 1836 il generale Alessandro La Marmora fonda il corpo dei Bersaglieri

Social

newTwitter newYouTube newFB