Lecco, 02 agosto 2017   |  

Calcio Lecco. Martina Rini: piedi per terra e tanto lavoro

di Francesco Todeschini

Marco Moleri: obiettivo è quello di provare a vincere il campionato

preparazione calcio lecco 2017 2018 1

Il sole continua a battere incessante su Carenno, ma la Calcio Lecco non si ferma. In attesa della seconda amichevole di sabato contro la rappresentativa della Val San Martino, Marco Martina Rini racconta le sue condizioni fisiche che gli hanno impedito di giocare contro la Folgore Caratese: «Sto bene, mi manca solo la partitella e gli esercizi con i compagni. Ho una sorta di contrattura dietro la schiena che non mi permette di lavorare al massimo, conseguenza dell’infortunio della scorsa stagione. Vengo da due operazioni a entrambe le anche per una questione genetica e quindi spesso vado incontro a questi problemi».

Il centrocampista, che vanta nel suo curriculum cinque stagioni in Serie B con il Brescia, non vuole sbilanciarsi sul futuro: «Speriamo di stare bene, in una piazza così, spero che sia la stagione del rilancio. Lavoro con il mister ne ho fatto, mi vedrei bene nel ruolo di mezz’ala destra. Devo arrivare giusto per la prima di campionato perché è quella che conta di più. Il gruppo è fantastico fin da subito mi sono trovato bene, sembra che siamo molto integrati. Bisogna partire con i piedi per terra, rispettare le annate passate e quindi partire consapevoli e lavorare domenica dopo domenica».

Marco Moleri, originario di Civate con un’esperienza anche nei settori giovanili dell’Inter ha sposato appieno la causa del Lecco: «Ho scelto Lecco per motivi di cuore essendo io di Civate. Non ci ho pensato troppo, è tutta un’altra cosa giocare con questi colori. Avrò molti amici che verranno a vedermi e questo mi rende felice. Nel 3-5-2 posso ricoprire tutti i ruoli del centrocampo, bene o male in carriera li ho ricoperti tutti, vorrei fare mezz’ala, ma posso fare anche l’esterno. Fisicamente sono pronto, abbiamo fatto lavori atletici e non ho avuto ricadute. Fin dall’inizio si è visto subito il calore che c’è in questo ambiente, con la squadra mi sto trovando molto bene. Conoscevo già qualcuno e questo mi ha aiutato a integrarmi. Come primo impatto è stato molto bello vedere i tifosi così caldi. Quella di sabato è stata la prima partita giocata insieme, ma non sembrava. Ci siamo trovati molto bene sin dall’inizio».

Inevitabile una domanda sul Como e sul possibile derby: «Ho avuto un passato con quei colori, però Lecco-Como non c’è da molto e sarebbe bello se ci fosse. A livello personale vorrei fare sempre meglio, il mio obiettivo è quello di provare a vincere il campionato».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

12 Dicembre 1901 Guglielmo Marconi riceve il primo segnale radio transoceanico.

Social

newTwitter newYouTube newFB