Lecco, 09 marzo 2018   |  

Brambilla (Forza Italia) replica a Nava e Piazza: sto con chi è leale

" Sulla gestione di Forza Italia a Lecco, condotta con equilibrio dal coordinatore provinciale Bergna, abbiano la compiacenza di tacere".

Michela Vittoria Brambilla

"Nava e Piazza? “Non hanno titolo per lanciare accuse alla nostra classe dirigente. Il loro passato ci dice che i due campioni di salto della quaglia lavorano solo per se stessi, non certo per Forza Italia. Oggi il loro pacchetto di voti staziona qui, domani chissà. Mi sento già di scommettere verso quale partito spiccheranno il prossimo volo”. Così l’on. Michela Vittoria Brambilla, rieletta alla Camera per il suo terzo mandato, replica ai rumorosi strali dei “forzisti di ritorno”, lanciati ieri nel corso di una conferenza stampa a Lecco.

“Quale fiducia si può avere – sottolinea – in questi pellegrini che hanno fatto il giro delle sette chiese politiche? Sono passati da An e Fi all’Ncd, poi ad Alleanza popolare, a Lombardia Popolare, poi ancora ad Energie per l’Italia, dove hanno ricambiato Stefano Parisi abbandonando EpI in extremis e costringendolo a raccogliere le firme per presentarsi alle elezioni in Lombardia. Maestri del trasformismo, hanno ricavato dai continui cambi di casacca un paio di poltrone: quella di sottosegretario regionale (grazia ricevuta da un partito ormai estinto) per Nava, ora uscente e verde di rabbia per non essere stato candidato alla Camera come andava millantando da tempo. Per Piazza invece la riconferma della poltrona al Pirellone. Ma la loro credibilità è finita sotto i piedi”.

“Per Forza Italia – prosegue l’ex ministro - ho fatto una campagna elettorale che ha avuto ottimi risultati e di cui vado fiera, sia nel collegio uninominale di Abbiategrasso sia a Lecco e nel lecchese, dov’ero candidata nel proporzionale. Leggo di attacchi che mi vengono rivolti perché non avrei fatto propaganda per i due “ritornati”, perché ho dato voce alle proteste della base per un rientro "troppo comodo", perché ho sostenuto dei giovani leali che non disponevano né di un consolidato pacchetto di voti né del budget di un Piazza. Questo mi contestano i due transfughi? Ne vado fiera. Loro dimenticano l’essenziale: io sto con il presidente Berlusconi dall’inizio del mio impegno in politica e ci resterò finché lui vorrà. A nome di coloro che in Forza Italia hanno sempre lavorato onestamente e non l’hanno mai tradita, rivendico il diritto-dovere di non appoggiare chi ha pubblicamente insultato il nostro leader (ho conservato articoli e post) ed ora approfitta della sua generosità per rimediare una poltrona e continuare a galleggiare come se niente fosse”.

“Detto questo –prosegue la parlamentare lecchese - i due campioni stiano tranquilli, facciano la loro strada. Non sono in cima ai miei pensieri. Tutt’al più ne riparleremo quando faranno il prossimo “salto”: li conosco, già guardano con interesse a nuovi approdi. Sulla gestione di Forza Italia a Lecco, condotta con equilibrio dal coordinatore provinciale Bergna, abbiano la compiacenza di tacere. In tutte le tappe del loro frenetico pellegrinaggio da un partito all’altro non solo hanno seminato zizzania, ma hanno anche portato sfortuna: molti dei loro temporanei ostelli sono svaniti nel nulla. Da quando, quatti quatti, sono tornati all’ovile non li ho mai sentiti nemmeno fare il nome del presidente Berlusconi, che evidentemente non riconoscono. Invece hanno l’impudenza di alzare la voce, di portare fino all’assurdo la loro arroganza. “Lecco – dice adesso Nava - ha perso dignità con questa amministrazione”. Battetevi il petto, dico a tutt'e due: Brivio – conclude l’on. Brambilla - l’avete fatto rieleggere voi”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

11 Dicembre 1991 nasce a Maastricht l'Unione europea

Social

newTwitter newYouTube newFB